Crea sito

Amatriciana Originale

Amatriciana Originale
Print Friendly, PDF & Email

Amatriciana Originale

Lo sapevate che l’ Amatriciana Originale è nata in bianco? E’ quella che ora chiamiamo Gricia, è diventata rossa dopo il 1492 con l’importazione del pomodoro dagli States.

La ricetta viene dal Paese di Amatrice, nel Reatino e se la chiamate “matriciana” invece di Amatriciana va bene lo stesso, pensate che gli abitanti di Amatrice si facevano chiamare “Matriciani” e non Amatriciani, quindi entrambi i termini sono corretti.

Altra cosa che forse non sapevate è sul tipo di pasta, che non sono i famosissimi Bucatini, ma gli Spaghetti, esatto, i bucatini sono stati una variazione romana.

Ecco, ora lo sapete.

Anche la preparazione verrà fatta in maniera tradizionale, ossia con padella di ferro senza olio, da grattare con una bella spatola sempre di ferro.

In caso potrete utilizzare una padella di alluminio.

Molti usano Cipolla, Aglio, vino e altre cose, non dico che non ci possano stare bene, ma non è Originale, in quella originale non ci va nulla se non gli ingredienti che vi do’.

Mi fanno notare che forse 300 grammi di guanciale sono troppi, ma ormai mi conoscete bene, quindi sapete che su quello proprio non lesino, certo è che le quantità come sempre sono a gusto, quindi potete diminuirle, anche se per me sono perfette.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400g di pasta (ma detto tra noi sono troppo pochi..)
  • 300g di guanciale (4 fette spesse)
  • 400g di pelati (o Pomodori Ramati freschi ben maturi)
  • 100g di Pecorino Romano DOP (che non sia troppo salato)
  • sale e peperoncino

Preparazione:

Prendete un bel pezzo di guanciale e fatene fette spesse, togliete la cotenna e sgrassatela, fatela rosolare bene in una padella di ferro senza olio, unite il guanciale fatto a listarelle e fatelo diventare croccante.

Toglietelo dalla padella e tenetelo in caldo (anche se non è necessario)

Se utilizzate pomodoro fresco pelatelo e tagliatelo a cubetti, altrimenti utilizzate i pelati, versate prima il peperoncino nel grasso del guanciale e poi il pomodoro. (se il grasso rimasto nella padella è troppo, toglietene una parte)

Cuocete per circa 20 minuti a padella coperta e fuoco medio-basso.

Scolate la pasta molto al dente e fatela saltare per qualche minuto in padella insieme al sugo e al guanciale.

Spolverate col pecorino e fategli fare qualche altro salto in padella, servite con altro pecorino se vi piace

Amatriciana Originale

NB: Io uso mettere anche un pizzico di timo selvatico nel pomodoro mentre cuoce, nella ricetta originale non ci va, ma è un’aroma che dona gusto, un po’ come un guanciale casareccio rispetto ad uno di batteria

Be Sociable, Share!


22 commenti su “Amatriciana Originale”

  • Mmm non ho mai provato la “Amatriciana” fatta in questo modo, mia madre ci mette sempre la cipolla, e devo dire che è molto gustosa…. comunque proverò anche la tua variante e ti farò sapere! 😀
    Lilo

  • A proposito di ricetta originale, ho letto sul web che si usa la sugna per dorare il guanciale, è veritiera questa informazione secondo te?.
    Grazie

    • in teoria non ci sarebbe bisogno di grasso, in quanto il guanciale è già grasso di suo, ma una volta la facevano in padelle di ferro, quindi le ungevano con della sugna (grasso)

    • Mi hai fatto prendere un colpo Mira… pensavo di averla messa nella ricetta….. e di solito dico sempre male a chi la mette!! hahahaha 😀

    • Beh, sinceramente posso dire che comunque è sempre buona, mia suocera mette la cipolla e fa cuocere la pancetta nel sugo, è buonissima.
      Ma Originale è originale 😀

  • MAI usata la cipolla nell’amatriciana ma neanche MAI usato il peperoncino, visto che il guanciale ha la sua buona dose di pepe nel lato opposto alla cotica 😀

  • Probabilmente hai sbagliato nel digitare gli ingredienti: 400g di guanciale è un’esagerazione rispetto a soli 400g di pasta…. rischi di mangiare più carne che spaghetti, mentre è solo un condimento.
    La ricetta originale di Amatrice ne prevede solo 1/4, quindi in questo caso solo 100g,
    va fatta sfumare poi con vino bianco.
    Per quanto riguarda il pecorino ne metterei solo 1/5. Così è l’originale.
    Ti saluto con affetto

    • ciao Marco grazie per i consigli, 400g di guanciale però secondo me non sono poi molti, alla fine sono 4 fette belle spesse (non ne metto mai meno di una a testa in nessun piatto dove presente.. lo so, ma lo amo troppo), per il vino bianco non ne sono sicuro, perché non l’ho letto in nessuna ricetta “originale Amatriciana” però come dico sempre: di ricette “originali” se ne trovano sempre tante e nessuna ha mai torto.

      Grazie per essere passato e spero di trovarti qui ancora.

  • Pingback: Goozle Zones

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*