Spaghetti alle vongole

“La vita è una combinazione di magia e pasta” (Federico Fellini)

Si fa presto a dire spaghetti alle vongole! Sono veramente un piatto super tradizionale e come sempre ce ne sono tante versioni. Secondo il mio parere vale la regola “less is more” quindi di usare pochi ingredienti e semmai aggiungere qualcosa per cambiare un po’. Una volta una grattatina di bottarga, un’altra un po’ di zenzero fresco… e via dicendo, solo per non annoiare i commensali. Questa volta ho usato un po’ di scorza di mandarino visto che sono di stagione e fanno tanto Natale ma ovviamente si può omettere.  Non uso mai sfumare con il vino o fare la “cremina” con farina o maizena come  ho visto qualche volta.

Ingredienti

  • Spaghetti gr 80 a persona
  • vongole 1 kg
  • aglio 3 spicchi
  • olio evo
  • peperoncino
  • la buccia grattugiata di 1 mandarino bio
  • prezzemolo

Preparazione

Dopo aver sciacquato bene le vongole ed averle sbattute un po’ in uno scolapasta, fatele spurgare in una ciotola con acqua fredda leggermente salata. L’acqua non deve essere troppa, le deve coprire a filo.  Ci vorrà un po’ di tempo, dipende dal tipo di vongola ma comunque almeno un’oretta. Qualche volta in pescheria si possono trovare già spurgate.

In una padella ampia, fate rosolare l’olio, poi aggiungete il peperoncino e subito le vongole in modo che il peperoncino non si bruci. Coprite con un coperchio, lasciate che i molluschi si aprano e spegnete il fuoco.

Le materie prime sono essenziali soprattutto per la preparazione di piatti semplici. In questo caso ho usato la pasta Regina dei Monti Sibillini, è un’azienda agricola di Montefortino (Fermo – Marche) che produce pasta utilizzando solamente il grano duro prodotto nei suoi terreni sui Monti Sibillini. E’ una pasta di montagna prodotta secondo il metodo artigianale: trafilatura al bronzo ed essiccazione a basse temperature, impiegando soltanto grano proveniente da terreni montani tra 600 e 900 metri di altitudine slm. La zona di coltivazione è veramente incontaminata e rende la pasta sana ed unica, con una fragranza particolare ed un sapore caratteristico ricco di aromi.

Scolate la pasta almeno 3 minuti prima di quanto è indicato nella confezione e versate gli spaghetti sulle vongole. Finite di cuocere gli spaghetti mantecandoli in padella, aggiungendo dei mestoli di acqua di cottura. In questo modo la pasta rilascerà l’amido formando la “cremina” e assorbirà il sapore delle vongole. Spolverate a piacere con il prezzemolo tritato e la buccia del mandarino (oppure arancia o limone).

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Precedente Asti Secco: il vino del futuro Successivo Risotto all'amatriciana