Crea sito

Il panettone con pasta madre delle sorelle Simili e Buon 2011!

La ricetta del panettone con pasta madre delle sorelle Simili è per numero 3 panettoni per numero 1 panettone guarda qui: Panettone con pasta madre

capod3

Ancora auguri!!! Non so voi ma io ono ancora stordita dalla serata di ieri!  Stanotte sono riuscita a lasciarvi qualche scatto ma poche parole! Non so se è dappertutto così ma qui si fa una specie di gara …” a chi la spara più lunga”!!! A chi ha più fuochi da sparare! A chi spara lultimo botto! Insomma tutto questo per 16 minuti di fuoco continuo!Ogni anno è così!

capod4

Dopo la grande abbuffata fuochi e poi il brindisi con il panettone! Per festeggiare il nuovo anno ho pensato di fare il panettone con pasta madre delle sorelle Simili preso dal blog di Nunzia Mieledilavanda

Un impresa non tanto semplice dato la mole impressionante di cose da fare! Come al solito! Lavori da consegnare all’ultimo minuto, il sugo da preparare, altri due panettoni da terminare per regalare e le baguettes con pasta madre per la cena!Mica male eh?

Il panettone con pasta madre ha un procedimento un po’ lunghetto fatto di una prima serie di rinfreschi e poi 2 impasti.. non è difficile, ha bisogno di più tempo, anche per la lievitazione.. Io vi riporterò la ricetta presa QUI, mah è per 3 panettoni! Io ho diviso per 3 tutti gli ingredienti, lasciando inalterato il lievito madre all’inizio per i rinfreschi, poi ho dovuto aggiungere altra farina durante il primo impasto altrimenti era troppo molle e non riuscivo a lavorarlo.. vi metterò anche le mie dosi.

sz

1° Rinfresco (ore 19):

50 gr di lievito madre
100 gr di farina 00
50 gr di acqua tiepida

Impastare bene formare una palla, fare due incisioni a croce e mettere in una ciotola, in luogo caldo per 3 ore a temperatura ambiete per 1 ora.

2° Rinfresco (ore 23)
100 gr. del primo rinfresco
100 gr di farina 00
50 gr di acqua tiepida

Impastare bene formare un filoncino, avvolgerlo in una tela (canovaccio) a legarlo come se fosse un salame. Metterlo in una ciotola che lo comprime un pò e coprirlo per 8/10 ore.
Il giorno dopo utilizzeremo solo la parte più interna e quindi più morbida del panetto.

SECONDO GIORNO

1° Rinfresco (ore 8 )
50 gr di lievito madre
100 gr fi farina 00
50 gr. di acqua tiepida

Impastare bene formare una palla, fare due incisioni a croce e mettere in una ciotola, in luogo caldo per 3 ore a temperatura ambiete per 1 ora.

2° Rinfresco (ore 12)
100 gr del primo rinfressco
100 gr di farina 00
50 gr. di acqua tiepida

Impastare bene formare una palla, fare due incisioni a croce e mettere in una ciotola, in luogo caldo per 3 ore a temperatura ambiete per 1 ora.

3° Rinfresco (ore 16)
100 gr del secondo rinfresco
100 gr di farina 00
50 gr di acqua tiepida

Impastare bene formare una palla, fare due incisioni a croce e mettere in una ciotola, in luogo caldo per 3 ore a temperatura ambiete per 1 ora.
Adesso tutto è pronto per l’impasto.

Primo Impasto per 3 panettoni (ore 20)
550 gr di farina 00
130 gr di zucchero
140 gr di burro morbido
250 gr di acqua tiepida
225 del III Rinfresco
6 tuorli d’uovo

Primo impasto per 1 panettone

190 grammi di farina

45 grammi di zucchero

45 grammi di burro

85 grammi di acqua

75 grammi del primo rinfresco

2 rossi d’uovo

Mettere i tuorli nell’ acqua e battere il tutto. In una ciotola impastare la farina, lo zucchero, l’acqua con i tuorli, poi unire il lievito e lavorare 15 minuti, poi ancora il burro e lavorare per 8/10 minuti.

In questa fase è stato necessario aggiungere altra farina, credo da 50 a 100 grammi, conviene ovviamente aggiungerne un po’ alla volta fino a trovare la giusta consistenza, impasto morbido, elastico che si possa staccare dalla ciotola.
Mettere in una ciotola unta di burro, coprire e tenere in luogo caldo per due ore, poi lasciare a temperatura ambiente per 10/12 ore (deve aumentare di 3/4 volte)

TERZO GIORNO

Secondo Impasto per 3 panettoni (ore 9)
270 gr di farina 00
140 gr di burro morbido
80 gr di acqua tiepida
25 gr di latte in polvere
50 gr di zucchero
350 gr di uva sultanina
250 scaglie di cioccolato fondente
10 gr di sale
10 gr di miele
6 tuorli d’uovo
1 stecca di vaniglia
3 forme di panettone da 750 gr

Secondo impasto per 1 panettone

90 grammi di farina

45 grammi di burr0

25 grammi di acqua

16 grammi di zucchero

85 grammi di cioccolato

1o0 grammi di mandorle tostate

2 rossi d’uovo

3 grammi di miele

un pizzico di sale

aroma vaniglia

( ho eliminato il latte in polvere dall’impasto per un panettone, potete sostituirlo con latte integrnado la quantità all’acqua senza superarne il totale!)

 

Mettete in una ciotola l’acqua, il latte in polvere, ( nel caso lo usiate)  lo zucchero, i tuorli, il miele, il sale e i semi di vaniglia; mescolate fino a fondere bene il tutto, poi unire la farina.
L’impasto risulterà molto sodo, ma non aggiungete acqua, invece aggiungete il 1° impasto finchè non sarà ben amalgamato, poi unite il burro un pò per volta.
Unite l’uva sultanina e il cioccolato, sempre amalgamando bene.
Imburrate un grande vassoio, rovesciamo sopra l’impasto, dividendolo in 3 pezzi, con le mani imburrate, formate 3 palle e mettiamole a lievitare per 20 minuti, coprendole a campana.
Riprendiamo il vassoio e arrotoliamo i panetti fino ad averli più stretti, girandole sempre dalla stessa parte, poi mettiamo nelle forme.
Fare lievitare in luogo caldo scoperti per 4 ore o più, finchè l’impasto non avrà raggiunto il bordo della forma.
Metteteli a lievitare ognuno su ogni piccola teglia, poichè le forme di carta non hanno alcuna consistenza e quando le dovrete spostare, rischiereste di rovinare la lievitazione con il movimento.
Quando la pasta avrà raggiunto il bordo dello stampo, con un coltello incidiamo molto delicatamente la pellicina che si sarà formata, sempre a croce, e sollevare leggermente i quattro lembi che si saranno formati al centro.
Cuocere in forno a 180° per 25-30 minuti. Appena esce dal forno infilare 2 spiedini di legno distanziati sopra la base, capovolgerli e farli raffreddare a testa in giù posizionando gli spiedini che escono su due appoggi che possono essere 2 tegami o 2 pile di libri..o altro del genere.

Conservarlo in sacchetti alimentari perchè non contenendo conservanti in questo modo durerà più a lungo..

E’ morbidissimo!!

Bon appétit…



4 Risposte a “Il panettone con pasta madre delle sorelle Simili e Buon 2011!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.