Branzino al cartoccio con timo e limone

Branzino al cartoccio con timo e limone

Sono una sostenitrice dell’alimentazione a base di pesce. Il pesce è un alimento sano, semplice,  veloce e facile da cucinare. In passato per acquistarlo dovevamo per forza recarci dal pescivendolo di turno. Per nostra fortuna  ora il pesce è disponibile negli scaffali dei supermercati già pulito e confezionato. Molti supermercati hanno veri è propri banchi che offrono pesce freschissimo e per tutti i gusti, come in una pescheria tradizionale, e se disponete di qualche minuto vi consiglio di prendere il numero e mettervi in fila,  (questi banchi sono spesso affollati), perché in questo caso la scelta a vostra disposizione aumenterà considerevolmente.

Il branzino mi piace cucinato in tutti i modi, che sia al sale, ai ferri, al forno semplice con aglio e rosmarino o al vapore  con qualche salsina.

Perchè non provarlo anche  al cartoccio?

Proviamo!

Con timo e limone il risultato è stato eccellente, Quando ho aperto la stagnola il profumo del timo ha invaso la cucina!!! La carne del branzino è morbidissima di natura e in questo caso è venuta ancora più morbida.

Branzino
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 1 Ora
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 4 Persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • Branzino (spigola) 800 g
  • Limone 1
  • Timo 4 rametti
  • Olio di oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Aglio 1 spicchio
  • Prezzemolo q.b.

Preparazione

  1. Lavate il branzino , il limone, il timo e il prezzemolo.

    Se il branzino è molto grande e siete in difficoltà per la dimensione della perofila,  tagliate pure la coda come ho fatto io.

    Tritate il prezzemolo.

    Tagliate 2/3 fette di limone abbastanza spesse.

  2. Preparate la carta alluminio, potete anche metterla doppia per rende il cartoccio più resistente.

    Mettetela nella perofila. Appoggiate il branzino.

    Procedete poi in questo modo:

    Mettete in pancia del pesce un rametto di timo e l’aglio.

    Le due fette di limone e il timo in superficie.

    Cospargete di prezzemolo.

    Salate e pepate.

    Ungete con un filo di olio d’oliva.

  3. Ora è il momento di chiudere il cartoccio.

    Nel mio caso il branzino è un po’ grande così  ho dovuto creare una specie di coperchio sigillato,  se il vostro pesce è più piccolo non sarà necessario.

    Mettete la perofila in forno preriscaldato a 220 gradi per 1 ora.

  4. A fine cottura togliete la perofila dal forno.

    Attentete 5/10 minuti e aprite la stagnola.

    Quanti profumi!!!

    Buon appetito 

Cottura

Se il pesce che avete acquistato è più piccolo il tempo di cottura diminuisce a 50 minuti.

Una ricetta sfiziosa per te⤵️⤵️⤵️

Puntarelle e Salmone in salsa Limone

Related Post

Senza categoria
Precedente Risotto agli asparagi selvatici Successivo Pasta al sugo di gallinella e pomodoro

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.