Chiacchiere

Le chiacchiere, il dolce più tipico di carnevale, possono cambiare nome in base alla regione in cui si mangiano, ma sono buone sempre, prepararle è molto facile, anche se non si direbbe, provare per credere.
A casa mia oltre alle chiacchiere, a carnevale non può mancare il migliaccio, un dolce semplice e molto saporito della tradizione Napoletana, in ne preparo anche una versione al caffè e una al cioccolato.

chiacchiere
  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 30 chiacchiere
  • Costo: Basso

Ingredienti

Ingredienti

  • Farina 00 300 g
  • Burro 30 g
  • Zucchero 30 g
  • Uova medie 2
  • Sale 1 pizzico
  • Grappa 1/2 bicchierino
  • Buccia di limone 1

Per la Frittura

  • Olio di semi di arachide q.b.

Per Decorare

  • Zucchero a velo q.b.

Preparazione

Preparazione

  1. Le chiacchiere, il dolce più tipico di carnevale, possono cambiare nome in base alla regione in cui si mangiano, ma sono buone sempre, prepararle è molto facile, anche se non si direbbe, provare per credere.
    A casa mia oltre alle chiacchiere, a carnevale non può mancare il migliaccio, un dolce semplece e molto saporito della tradizione Napoletana, in ne preparo anche una versione al caffè e una al cioccolato.

    Mettete la farina in una grande ciotola, unite lo zucchero, le uova ed il burro, amalgamate bene con le mani, volendo potete anche mettere tutti gli ingredienti in un’impastatrice.
    Aggiungete la buccia del limone e la grappa, lavorate energicamente, quando l’impasto sarà omogeneo trasferitelo su un piano di lavoro infarinato, continuate a lavorare, fate una palla, rimettetela nella ciotola, copritela con un canovaccio pulito e fatela riposare per circa 1 ora.
    Riprendete la pasta delle chiacchiere, trasferitela su un piano infarinato, stendete la pasta con in matterello, infarinate spesso la pasta ed il matterello, in modo da non farla attaccare al piano.
    Stemdetela molto sottile, lo spessore deve essere di circa 2 mm, se avete la macchina per tirare la pasta fresca, potete usare quella, più sarà sottile, più òe chiacchiere saranno friabili e bollose.
    Tagliate la sfoglia ottenuta con una rondella dentellata, potete fare delle strisce, dei rombi, o dei rettangoli, io le faccio in po’ irregolari, praticate al centro di ogni forma un’ incisione utilizzando sempre la rondella.

Cottura

  1. La cottura va fatta in olio caldo, ma non bollente, quindi, Mettete abbondante olio di semi di arachide in una padella o in una pentolina a bordi alti adatta per la frittura, portate l’olio a temperatura.
    Per controllare che l’olio abbia raggiunto la temperatura giusta, immergeteci uno stecchino di legno, se si formano delle bollicine intorno è pronto.
    Immergete le chiacchiere 2 o 3 per volta, giratele per farle dorare uniformemente, appena risulteranno colorite, scolatele con una schiumarola e mettetele in un piatto con carta assorbente da cucina.
    Fatele raffreddare e poi cospargetele di zucchero a velo.

    Seguimi anche sulla mia pagina facebook Stellina in cucina

Note

Precedente Brunch per due per un romantico San Valentino Successivo Pasta la forno con carciofi e mais

2 commenti su “Chiacchiere

Lascia un commento