Come tradizione comanda: la colomba di pasqua.

Non è Pasqua senza un pezzettino di colomba, e volete mettere che soddisfazione prepararla in casa?

colomba-vertMa prima di cimentarvi vediamo cosa sta dietro a questo dolce. Sull’origine, per esempio, ci sono molti racconti. Partiamo da quella più antica, datata addirittura 572 d.c. durante l’assedio di Pavia da parte di Alboino, re dei Longobardi. La leggenda racconta che gli abitanti riconoscenti al re per aver risparmiato loro la vita, lo ringraziarono donandogli un pane dolce a forma di colomba, simbolo Cristiano di pace e salvezza.
Quindi la colomba esisterebbe già da epoca medioevale e probabilmente l’impasto iniziale era composto solo da uova, farina, zucchero, lievito e miele.

La storia contemporanea invece è meno “romantica”: a idearla fu una nota azienda dolciaria milanese che nei primi anni Trenta, volle creare un dolce che diventasse, come il panettone per il Natale, il dolce tipico della festa pasquale.
E così nacque la “Colomba”, soffice, molto alveolata all’interno, farcita con arance candite e glassata in superficie con un composto di zucchero, uova e mandorle.

Ora scegliete voi la versione della storia che preferite, sappiate però che un decreto ministeriale del 2005 ha stabilito che per essere chiamato “colomba” questo dolce deve avere imprescindibili caratteristiche: determinati ingredienti, forma, consistenza, e glassatura.
Però, sempre dallo stesso decreto sono ammesse anche alcune varianti: si possono aggiungere decorazioni, frutta, fare diverse farciture o, per esempio, aggiungere una glassa.

Anche io ho fatto la mia versione, ovviamente attenendomi alle caratteristiche della ricetta tradizionale. È un dolce che richiede diversi passaggi e soprattutto lunghi tempi di attesa (20 ore in tutto), però se siete amanti dei lievitati e vi piace tenere le mani in pasta, preparare questo impasto vi darà grandissima soddisfazione, perché va lavorato con pazienza e “coccolato” più volte.

Allora, vi ho convinti? Non vi resta che provare, la ricetta la trovate qui (http://ricette.giallozafferano.it/Colomba-di-Pasqua.html)

Precedente La magia della piadina romagnola Successivo Madeleine: quando un difetto si trasforma in perfezione

2 commenti su “Come tradizione comanda: la colomba di pasqua.

I commenti sono chiusi.