Pane SQUARATO di semola di rimacinato

Pane SQUARATO di semola di rimacinato, un Pane tradizionale della città di Marsala a forma di corona e profumato con il suo “cimino” cioè semi di cumino o anice.
Il nome “Squarato” nasce dalla sua particolare cottura, Squarato in siciliano significa sbollentato, infatti questo pane è così liscio e lucido grazie alla sua prima fase di cottura, un breve passaggio in abbondante acqua calda.
Questo pane Marsalese ha origini antiche, questo pane veniva fatto dalle nonne a Pasqua che volevano rappresentare la corona di Gesu’. Lo Squarato pian piano è diventato simbolo di tutte le feste anche se oggi lo si trova nei panettieri un po’ tutti i giorni ma nelle feste a tavola dei Marsalesi non deve mancare.
Se amate il pane Siciliano vi lascio QUI le Mafalde Palermitane e il pane di tutta Semola di rimacinato QUI.
Per tante altre ricette metti un mi piace su Facebook QUI e su Instangram QUI.

Pane squarato di semola di rmacinato
  • DifficoltàMedia
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni3 Squarati
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgSemola di grano duro (oppure farina 0)
  • 450 gAcqua
  • 15 gSale
  • 1 cucchiainoSemi di cumino (o di anice)
  • 5 gLievito di Birra (o 120 g di lievito madre rinfrescato)
  • q.b.Semola (o semolino)

Preparazione

  1. Pane Squarato di semola di rimacinato
  2. Pane Squarato di semola di rimacinato

    Per la realizzazione del vostro Pane Squarato di semola di rimacinato, mettete la semola in un recipiente capiente oppure nella vostra planetaria.

    Potete utilizzare il lievito di birra o il lievito Madre in questo caso ve ne servirà 120 g rinfrescato.

    Aggiungete il lievito di birra sciolto in metà acqua. (oppure l’acqua e il lievito madre direttamente nella farina a pezzettini). Inserite anche il sale e mescolate. Iniziate a impastare.

  3. A questo punto aggiungete l’altra acqua , impastate energicamente, l’impasto sarà molto duro. Solo alla fine aggiungete u “cimino”. Impastate fin quando questo non sarà ben distribuito nell’impasto.

    Lasciate riposare, coperto con uno straccio, mezz’ora (1 ora se con pasta madre).

  4. pane squarato di semola di rimacinato

    A questo punto dividete l’impasto facendo dei panetti di circa 400 g ciascuno. Vi resterà un pezzetto che vi servirà per fare le decorazioni.

    Prendete un panetto e con le mani create un filone, bagnate e le estremità e fatele coincidere per chiudere la corona.

    La forma classica è una corona con 4 fiori. Basta prendere 4 pezzetti di impasto e incastonarli spingendo il centro nella corona con una paletta di legno, come vedete in foto.

    Se volete potete dare sfogo alla vostra fantasia artistica, creando fiorellini o altro.

    Man mano che fate le corone, copritele con un panno appena umido, in modo da non farle seccare.

    Lasciate riposare 1 ora (2 con lievito madre).

  5. Dopo il riposo, mettete sul fuoco una pentola piena di acqua leggermente salata. Disponete su un piano possibilmente di legno abbondante semola o semolino.

    Accendete il forno a 200 ° C.

    Uno ad uno mettete il Pane Squarato all’interno dell’acqua bollente, andrà a fondo e dopo qualche secondo tornerà a galla. Lasciate bollire qualche secondo , con un mestolo lasciate sgocciolare l’acqua in eccesso e poi poggiatelo sul piano di legno ricoperto dalla semola. Lasciate asciugare giusto il tempo che il forno arrivi a temperatura.

    Cuocete il vostro pane Squarato di semola di rimacinato a 200 ° C forno statico per 10 minuti, poi abbassate la temperatura a 180° C e fate cuocere altri 20 minuti o comunque fino a doratura!

    Il Pane Squarato di semola di rimacinato, diventerà dorato, liscio ben lucido e sprigionerà un profumo intenso. A tavola per le feste sarà perfetto!

    Alla prossima da Sapore di Arianna!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.