Come cucinare le lumache di terra |lumachine bollite

Come cucinare le lumache di terra? come spurgare le lumache? sono le domande di chi si imbatte nel voler cucinare le lumache di terra, qualsiasi qualità, dalle lumachine alle lumacone, perché se non vengono pulite bene, rimangono amare e si compromette tutto il piatto.

Le lumache sono un piatto tipico del sud SANO E MOLTO PROTEICO, anche se meno anche al nord vengono cucinate, ci sono ricette molto diverse e anche le lumache si differenziano come razza.

Le lumachine da noi chiamate “babbaluci” per esempio qui al nord non le ho mai viste, in Sicilia e in Sardegna si trovano in estate e si raccolgono quando sono appiccicate nei rami secchi chiuse, mentre altre qualità di lumache vengono raccolte verso ottobre con le prime piogge abbondanti, perché le lumache più grandi si nascondono sotto terra e aspettano l’acqua per uscire fuori.

come cucinare le lumache | lumache bollite

Come cucinare le lumache.

Come cucinare le lumache? Il procedimento è uno e vale per tutte le qualità di lumache, le lumache dopo averle raccolte o comprate vanno spurgate, bisogna che venga pulito l’intestino, per farlo bisogna tenerle qualche giorno (per le lumachine bastano 2/3 giorni per le lumache più grandi anche 1 settimana) in una gabbietta o in un retino (tipo quelle delle patate) o in uno scolapasta vecchio con del cibo, c’è chi mette insalata c’è chi usa spaghetti spezzati, vanno bene entrambi.

Passato questo periodo, si mettono in abbondante acqua, e si procede prima a una pulitura esterna sfregandole tra di loro con le mani, cambiando acqua due/tre volte, e dopo si controllano una ad una e si tolgono le lumache vuote, lumache che sembrano morte e le lumache con il guscio rotto.

A questo punto si mette a bollire dell’acqua senza nulla, quando l’acqua è abbastanza calda si mettono le lumache, si lasciano bollire un 10 minuti togliendo la schiumetta che si forma in superficie, dopo si sgocciolano e si rifà lo stesso procedimento.

Dopo la seconda bollitura le lumache sono pronte per la ricetta che vorrete fare, non saranno per nulla amare.

In questo caso io ho usato le lumachine estive, ho fatto la ricetta più semplice in assoluto e quella più antica e più usata cioè lumachine bollite, ho rimesso la pentola con acqua abbondante questa volta con un po’ di sale ho fatto cuocere qualche minuto e ho lasciato riposare, sono buonissime da mangiare già così, ben calde.

Questa ricetta è quella più tipica delle nostre parti per le lumachine, ma si fanno anche a “picchì pacchì” cioè con sugo di pomodoro e basilico, oppure con aglio e prezzemolo o con il “Matarocco” in pratica la classica crudaiola, mentre le lumache più grandi da noi chiamati “attuppateddre” o un altra qualità “vidduna” che sono ancora più grandi vengono usati in diverse zuppe con verdure o con il sugo, ma il top lo si ha nel loro uso nel couscous, tipico della mia zona della provincia di Trapani. Pian piano aggiungerò anche le altre ricette 😉

ciaooo

Seguimi e lasciami un mi piace sulla mia pagina facebook Sapore di Arianna

Precedente Zucchina lunga in umido con pomodoro Successivo Pesto di rucola, semplice e veloce.