Crea sito

Pasticcini di pasta di mandorle

PASTICCINI DI PASTA DI MANDORLE o PASTE DI MANDORLE ovvero i gustosissimi dolcetti di mandorle senza farina, ideali da assaporare in ogni periodo dell’anno e caratterizzati da una consistenza morbida e friabile (grazie, appunto, alla presenza delle mandorle tritate).
Si preparano davvero in un attimo, con pochi passaggi e con l’unica accortezza di lasciare la pasta a riposare per almeno dodici ore. Questi biscotti sono realizzati con la famosa pasta di mandorle (o pasta reale) cioè quella pasta utilizzata in pasticceria per decorare dolci e torte e spesso vengono inseriti nei vari buffet dei dolci durante i ricevimenti perché sono semplicissimi da realizzare, si possono preparare con largo anticipo e sono anche davvero belli da vedere nei vassoi.
Le paste di mandorle sono le regine della cosiddetta “pasticceria secca“, con la loro crosticina appena croccante e il ripieno morbido sono perfette anche da regalare. A questo punto, vediamo come realizzare questi dolcetti di mandorle morbidi.

Leggi anche: biscotti alle mandorle.

pasticcini di pasta di mandorle
  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 10 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 20 pasticcini
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 160 g Zucchero
  • 220 g Mandorle pelate
  • 2 Albumi
  • 1 cucchiaino Essenza di vaniglia
  • 20 Ciliegie candite (intere)

Preparazione

  1. 1. Inserisci le mandorle pelate (di ottima qualità) all’interno del contenitore di un robot da cucina assieme allo zucchero e tritale molto finemente; molte persone sostengono che è indifferente utilizzare la farina di mandorle al posto della mandorle da tritare, però ti assicuro che il gusto delle vere paste di mandorle siciliane si ottiene solo utilizzando le mandorle pelate.

  2. 2. Versa l’impasto di mandorle in una ciotola ed unisci i due albumi e l’essenza di vaniglia; poi, utilizzando, un mestolo, amalgama bene tutti gli ingredienti (naturalmente potresti anche servirvi di un robot da cucina per la preparazione di questi pasticcini). L’impasto che otterrai avrà una consistenza abbastanza appiccicosa però dovrà rimanere abbastanza compatto e non si dovrà sbriciolare.

  3. 3. Inserisci l’impasto dei pasticcini all’interno di una sac à poche con bocchetta abbastanza grande a stella e comincia a dar forma ai biscotti adagiandoli su una teglia ricoperta da carta da forno; distanzia adeguatamente i pasticcini gli uni dagli altri per fare in modo che durante la cottura non si attacchino fra loro.
    Se non disponi di una sac à poche o non ti risulta comodo puoi realizzare delle palline con la tua pasta di mandorle; il risultato che otterrai magari non sarà perfetto come quello della pasticceria ma il gusto e la consistenza dei pasticcini non cambieranno.
    In questo caso, una volta realizzate le palline della grandezza desiderata, dovrai solo schiacciarle leggermente e poi distribuire sopra ad ogni biscotto una ciliegia candita o una mandorla.

  4. 4. Disponi sopra ogni pasticcino una ciliegia candita e poi fai riposare i pasticcini per almeno 12 ore (il riposo è, infatti, essenziale per far asciugare bene la pasta all’interno e consentire ai pasticcini di mantenere la forma desiderata durante la cottura). Il riposo delle paste di mandorla può avvenire anche in frigorifero; in questo caso, però ricordati di coprire la teglia con un foglio di pellicola trasparente.

  5. 5. Trascorso il tempo di riposo in frigorifero e dopo aver preriscaldato il forno alla temperatura di 180°C, inseriscivi i pasticcini di pasta di mandorle e falli cuocere per 10 minuti facendo attenzione a non farli diventare troppo scuri (anzi, la pasta deve rimanere piuttosto chiara). Le paste di mandorle risulteranno perfettamente cotte appena riuscirai a staccarle senza fatica dalla carta forno.

    Se ti è piaciuta la ricetta dei pasticcini di pasta di mandorle non perderti quella del latte di mandorle homemade.

  6. Il segreto per realizzare perfetti pasticcini di pasta di mandorle

    Spesso si pensa che realizzare delle paste di mandorla perfette come quelle delle pasticcerie sia un’impresa davvero troppo ardua.

    In realtà, per ottenere dei pasticcini di pasta di mandorla perfetti è sufficiente far riposare la pasta di mandorle almeno per dodici ore dopo averle dato la forma desiderata.
    Se proprio vuoi essere sicura del risultato puoi preparare le paste di mandorla la sera prima e farle riposare tutta la notte. Infatti, se andrai a cuocere i pasticcini senza aver rispettato il tempo di riposo, ti accorgerai che i biscotti in fase di cottura perderanno la loro forma e si assottiglieranno.

    Un altro importante accorgimento che spesso con la fretta si dimentica è quello di tritare le mandorle pelate insieme allo zucchero perché se tu le sbriciolassi da sole, le mandorle perderanno olio e la polvere non sarà asciutta; di conseguenza, i pasticcini non avranno assolutamente la consistenza desiderata.

    Il momento in cui andrai a tritare le mandorle è davvero fondamentale; in questa fase, infatti, dovrai prestare attenzione a tritare le mandorle per pochi minuti perché, se le sbriciolerai per un tempo eccessivo, rischi che le mandorle surriscaldandosi rilascino il loro olio.

    Come ti dicevo non è indicato utilizzare la farina di mandorle in sostituzione delle mandorle tritate perché la consistenza dei biscotti terminata la cottura non sarà quella tipica delle paste di mandorle siciliane, ma i biscotti tenderanno ad essere troppo duri all’esterno e poco morbidi all’interno.

     

  7. Conservazione dei pasticcini di pasta di mandorle

    Le paste di mandorla si conservano fino a due settimane chiusi in una scatola di latta per biscotti; in alternativa per conservare i tuoi biscotti alla mandorla potresti utilizzare anche un sacchetto ermetico o comunque un sacchetto ben chiuso.

  8. I pasticcini di pasta di mandorle si possono congelare?

    Come avrai capito leggendo la ricetta, realizzare le paste di mandorla in casa è davvero molto semplice e quindi non c’è ragione per congelarle.
    Però, nel caso in cui tu decidessi comunque di provare a congelare la pasta di mandorle, tieni presente che la dovresti congelare quando è ancora cruda; in questo modo, potrebbe conservarsi per circa un mese.

Consigli

Se non ami il gusto delle ciliegie candite, potresti sostituirle con una mandorla intera; inoltre, per dare più varietà alla pasticceria secca, potresti decidere di decorare metà dei biscotti con mandorle e metà con le ciliegie candite. BUON APPETITO!!!

Torna alla HOME PAGE per leggere tutte le ricette!!!

Ti piacciono le mie ricette? Allora, segui PRONTI IN UN ATTIMO anche su Facebook per non perdere nessuna novità!!! CLICCA QUI e lasciate il tuo LIKE!!! GRAZIE!!!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.