Crea sito

Pita greca ricetta originale

Oggi voglio insegnarvi a fare la pita greca con la ricetta originale al 100%.

Chi mi segue sa che in questo momento, per qualche mese, mi trovo in Grecia per motivi di lavoro quindi sto cercando di carpire e imparare tutti i segreti di questa buonissima cucina.

La cucina greca è un giusto mix tra cucina italiana e cucina medio-orientale.

L’uso delle erbe aromatiche la rendono più vicina a noi e agli altri paesi del mediterraneo europeo, l’uso delle spezie, invece, la rendono più simile e vicina ai paesi del mediterraneo africano.

Questa preparazione ci consente di preparare a casa il pane, o meglio la pitta, che accompagna i souvlaki o il gyros (o kebab nei paesi arabi) quindi non può proprio mancare nel nostro repertorio.

E’ ideale per fantastici barbecue tra amici, la convivialità di questa preparazione farà si che la vostra giornata all’aria aperta sarà più che piacevole.

  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 10 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 6 persone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • Lievito chimico in polvere 2 cucchiaini
  • Zucchero 1 cucchiaino
  • Latte 160 ml
  • Acqua 80 ml
  • Farina (forte) 320 g
  • Sale 1 cucchiaino
  • Olio extravergine d'oliva 4 cucchiai
  • Timo (opzionale) q.b.

Preparazione

  1. Preparare la nostra pita con la ricetta originale è facile e veloce, per questo motivo vi consiglio di prepararla sempre in casa e di evitare di comprare quella reperibile nei supermercati perché piene di conservanti

  2. In una ciotola mettiamo l’acqua e il latte a temperatura ambiente.

    Uniamo lo zucchero e il lievito secco.

    Lasciamo riposare il composto per circa 5 minuti cioè fino a quando non inizieranno a formarsi delle bollicine.

  3. Nel frattempo, in un’altra ciotola, mettiamo la farina, il sale e le foglie di timo fresco.

    Dobbiamo avere l’accortezza di mettere il sale sui bordi della ciotola, cioè sulla parte esterna della fontana di farina in modo che non vada subito a contatto con il lievito quando lo uniremo al composto.

    Il timo è una mia aggiunta personale perché dà più freschezza e aromaticità alla nostra pita.

    In alternativa possiamo sostituirlo con dell’origano fresco o addirittura ometterlo.

  4. Appena noteremo le bollicine sul nostro composto liquido, aggiungeremo anche 2 cucchiai d’olio (la metà della dose descritta tra gli ingredienti).

  5. A questo punto iniziamo a versare i liquidi sulla farina, un poco alla volta.

    Aggiungiamo altro liquido solo quando il precedente è ben incorporato alla farina.

    Trasferiamo l’impasto su un piano leggermente infarinato e iniziamo ad impastare per qualche minuto fino ad ottenere un composto sodo e liscio e ricaviamo una palla.

  6. A questo punto possiamo adagiare la nostra palla d’impasto in una ciotola spennellata d’olio e mettiamo a lievitare per 40 minuti.

    Dobbiamo avere l’accortezza di chiudere la ciotola con un foglio di pellicola alimentare che andremo a bucherellare con un coltello.

    La pellicola ci permetterà di non far formare una crosticina dura sull’impasto.

  7. Una volta trascorso il tempo di lievitazione, mettiamo, a fuco medio, una padella e lasciamo scaldare.

  8. Nel frattempo appiattiamo un pochino il nostro impasto e ricaviamo un “filoncino” da cui ricaveremo 6 pezzi di pasta (o 12 se vogliamo delle pite più piccole).

    Con i 6 pezzi di pasta ricaviamo delle palline e teniamo da parte.

  9. A questo punto, con la restante parte dell’olio, oleiamo il nostro piano di lavoro e con l’aiuto di un mattarello stendiamo la prima pita.

    Adagiamola in padella e facciamola cuocere 1-2 minuti per lato.

  10. E’ molto importante stendere, con il mattarello, la seconda pita solo quando la prima sarà cotta. Solo così otterremo una pita morbida e con tante bollicine.

  11. Potete utilizzare la pita in sostituzione del pane o potete guarnirla con carne, verdure o come più vi piace

Consigli

La pita greca si conserva bene per un paio di giorni avvolta in uno strofinaccio.

Sconsiglio il congelamento, ma se proprio volete avere la pita greca pronta per ogni evenienza, vi consiglio di congelarla dopo aver ricavato le palline e comunque prima della cottura.

Se vi piace la cucina greca può interessarvi anche la ricetta dello tzatziki che troverete cliccando qui

Seguitemi sulla pagina Facebook così non perderete le prossime ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.