Crea sito

Fettine di maiale alla pizzaiola: ricetta che vuole la scarpetta!

Le fettine di maiale alla pizzaiola è un secondo cremoso e ricco di gusto, ma estremamente semplice da realizzare. Pochi e semplici ingredienti per un piatto classico della tradizione che mette allegria sulla tavola e che vuole la famosa “scarpetta con il pane”, perfetto quindi anche per i bambini.

Vediamo insieme come preparare le fettine di maiale alla pizzaiola.

passione e gusto secondi
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 porzioni
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 300 g lonza di maiale (fettine)
  • 200 g polpa di pomodoro
  • 3 cucchiai Olio extravergine d'oliva
  • 1 spicchio Aglio
  • mazzetti prezzemolo
  • q.b. Origano
  • q.b. Sale
  • q.b. pepe nero

Preparazione

  1. Iniziate ad assottigliare le fette di lonza di maiale con l’apposito batticarne. Lo spessore della carne deve essere molto sottile, ma prima di batterle è importante disporle tra due fogli di carta forno: in questo modo si evita di rovinare la fibra.

    In una padella capiente mettete l’olio extravergine di oliva e fate imbiondire dolcemente lo spicchio d’aglio tagliato a metà.

    Aggiungete la polpa di pomodoro e mezzo bicchiere d’acqua. Aggiustate di sale, una manciata di pepe nero e lasciate cuocere a fuoco lento per 15 minuti.

    Unite le fettine di lonza, che devono essere completamente ricoperte dal sugo, il prezzemolo e l’origano.  Coprite con il coperchio e lasciate cuocere la carne per 5 minuti circa, avendo cura di girare le fettine di carne di tanto in tanto.

    Una volta pronte, non vi resta che servire e gustare la vostra carne alla pizzaiola.

Note

Ti piacciono le mie ricette? Seguimi sulla mia pagina FACEBOOK Passione e gusto, o su INSTAGRAM Passione_e_gusto_mfs per rimanere sempre aggiornato sulle mie ultimissime ricette. Ti aspetto con un LIKE!

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.