Crea sito

Involtini primavera

Chi non ha almeno una volta assaporato dei deliziosi involtini primavera classici della tradizione cinese?  Io personalmente li adoro! 
Gli involtini primavera, più precisamente involtini “di” primavera, nascono in Cina e sono una preparazione salata consumata durante la festa di primavera, e di qui il loro nome. 
Gli involtini primavera vedono le loro origini in più di 2000 anni fa, quando furono per la prima volta realizzati con sottili sfoglie di farina che venivano accompagnate da verdure per festeggiare il Capodanno cinese, coincidente con la fine dell’inverno e l’inizio della primavera. 
Nei secoli la ricetta degli involtini si è tramandata nelle diverse generazioni e subendo variazioni nelle diverse zone della Cina in cui venivano realizzati. Con il tempo si sono diffusi anche in Europa e in America grazie anche ai diversi ristoranti asiatici presenti in tutto il mondo. 
La versione di questi involtini più diffusa in Italia è prettamente vegetariana con diverse verdure tagliate alla julienne e germogli di soia, mentre in Cina, a seconda delle diverse regioni, gli involtini primavera sono preparati anche con carne, in versione dolce o altre varianti.
Preparare gli involtini primavera in casa non è difficile e anzi, sarà ancora più piacevole poi gustarli accompagnati da salsa agrodolce, agropiccante o con semplice salsa di soia. 
In questa ricetta vi proporrò diverse varianti di preparazione di involtini primavera adatti a tutte le esigenze: involtini con pastella, involtini con carta di riso e involtini con pasta fillo

Involtini primavera
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaCinese

Ingredienti

Di seguito troverete gli ingredienti per la farcitura degli involtini primavera, comune a tutte le tipologie di involtino da me proposte, e per le diverse sfoglie.

Per la farcitura

  • 1/4cavolo cinese (*in alternativa è possibile utilizzare il cavolo cappuccio. )
  • 2carote
  • 1zucchina
  • 70 ggermogli di soia (*in barattolo precotti)
  • 1 cucchiaiosalsa di soia
  • q.b.sale
  • q.b.pepe

Per la versione con pasta fillo

  • 1 confezionepasta fillo

Per la versione con fogli di riso

  • 30 foglicarta di riso

Per la versione con pastella

  • 350 gfarina 00
  • 1 cucchiainosale
  • 280 mlacqua (*tiepida)

Preparazione

Preparazione della farcitura

  1. Verdure alla julienne per involtini primavera

    Tagliare alla julienne al coltello le carote, la zucchina ed il cavolo cappuccio. 

    Scaldare una padella con un filo d’olio, quindi aggiungere le verdure tagliate, regolare di sale e pepe e saltare. Le verdure dovranno risultare morbidi ma ancora croccanti. 

    In ultimo aggiungere i germogli di soia ed un cucchiaio di salsa di soia. 

    Trasferire le verdure saltate in un colino a maglie strette e premerle affinché rilascino i liquidi in eccesso, quindi disporle su un piatto ben larghe così che possano asciugarsi mantenendo la loro croccantezza. È importante che il ripieno sia ben freddo e asciutto prima di utilizzarlo altrimenti si rischia di rompere la sfoglia dell’involtino. 

Involtini con pasta fillo

  1. Involtini primavera con pasta fillo

    Tagliare ogni foglio di pasta fillo in due e adagiare nella parte bassa e centrale un cucchiaio di ripieno.  

    Importante: in commercio ci sono diverse tipologie di pasta fillo; il rotolo acquistato per questi involtini presentava 7 fogli rotali di fillo ed ogni sfoglia era spessa tale da permettere di usare metà foglio per ogni involtino. Altre aziende producono fogli di fillo più sottili tali che ogni rotolo presenti almeno una quindicina di fogli; in questo caso consiglio di usare un intero foglio per ogni involtino per evitare la rottura in cottura quindi piegare a metà ogni foglio e farcirlo come di seguito nella ricetta. 

    Ripiegare i bordi laterali della pasta fillo sul ripieno, poi il bordo basso. 
    Arrotolare l’involtino secondo la lunghezza, poi chiudere avendo cura di bagnare con un po’ di acqua il bordo libero della fillo per permettere a questa di attaccarsi.  Disporre gli involtini su carta forno e distanziati tra loro. 

  2. Involtini primavera con pasta fillo

    Scaldare l’olio di semi in una padella ampia e aggiungere pochi involtini per volta; cuocere fino a doratura poi disporre su carta assorbente prima di servire.  

Involtini con carta di riso

  1. Immergere in acqua tiepida due fogli di carta di riso fino a quando questi si saranno ammorbiditi.  Asciugarli con un canovaccio. Disporre il ripieno nella parte centrale e bassa di uno dei due fogli, quindi ripiegare le ai laterali del foglio verso il centro, poi la parte bassa. Arrotolare quindi e formare l’involtino. 

    Avvolgere l’involtino appena preparato nel secondo foglio prima bagnato. Disporre ogni involtino ben sigillato su un vassoio con carta forno assicurandosi di distanziarli tra loro per evitare si attacchino l’uno con l’altro. 
    Proseguire nella preparazione degli altri involtini, poi spostarli, con il vassoio stesso, in freezer per circa 30 minuti così che si asciughino. 
    Scaldare l’olio di semi in una padella ampia e aggiungere pochi involtini per volta; cuocere qualche minuto e poi disporre su carta assorbente prima di servire.  

    Importante: poiché i fogli di riso non nascono propriamente per realizzare involtini primavera ma per involtini vietnamiti da consumare crudi, diversamente dagli involtini realizzati con pasta fillo o con pastella, la carta di riso non raggiunge la classica colorazione dorata ma tende a gonfiarsi assumendo una colorazione bianca opaca. 

Involtini con pastella

  1. In una ciotola mescolare la farina con il sale; Aggiungere l’acqua calda poco per volta mescolando energicamente fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Coprire con acqua corrente l’impasto e riporre in frigo per 40 minuti a riposare.
    Scolare l’acqua aggiunta sull’impasto.
    Scaldare una piastra e ungere leggermente la superficie con poco olio. Attorcigliare l’impasto alla mano e con un rapido movimento rotatorio far adagiare poco impasto alla piastra rimuovendo la restante parte. Appena i bordi della sfoglia creata sulla piastra inizieranno a sollevarsi rimuovere la base di pastella e mettere da parte. Continuare fino ad esaurire l’impasto.

    Alternativa: per rendere più semplice la realizzazione delle sfoglie è possibile utilizzare un pennello da cucina. Scaldare la piastra, sollevarla dal fuoco e creare con il pennello un leggero strato di impasto sulla piastra che andrà riportata sulla fiamma. Procedere quindi come il metodo sopra descritto.

  2. Disporre il ripieno nella parte centrale e bassa della sfoglia, quindi ripiegare le ai laterali del foglio verso il centro, poi la parte bassa. Arrotolare quindi e formare l’involtino. Chiudere l’involtino con poca pastella di quella rimasta.
    Scaldare l’olio e friggere pochi involtini per volta fino a doratura completa della superficie; scolare e disporre su carta assorbente. Poi servire.

Cottura al forno

Se desiderate una versione più leggera degli involtini primavera, è possibile cuocere gli stessi anche in forno. Spennellare con poco olio ogni involtino e disporli su una teglia rivestita da carta forno. Cuocere in forno ventilato preriscaldato a 170º per circa 5-10 minuti fino a doratura. Poi servire e gustare!

Altre ricette dall’oriente

Anche tu, proprio come me, sei un’amante della cucina orientale? Divertiti a realizzare anche a casa il sushi, gli spaghetti di riso con gamberi e verdure e i gyoza per un pranzo (o cena) che vi porterà molto molto lontano.

/ 5
Grazie per aver votato!