Crea sito

Crostata fiammeggiata al pistacchio

Per questa dolce ricetta mi sono ispirata, per ciò che riguarda la struttura e l’estetica, alla lemon meringue pie.
La crostata fiammeggiata al pistacchio ha una croccante base di pasta frolla integrale all’olio, cremosa farcitura al pistacchio e meringa montata fiammeggiata.
Ad ogni morso le varie consistenze e gusti si amalgamano in un connubio perfetto.
La base di frolla può essere sostituita, a proprio piacimento, anche con una comune pasta frolla. Ed ora, pronti per preparare la crostata fiammeggiata al pistacchio!

  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la frolla integrale all’olio

  • 300 gfarina integrale
  • 2uova
  • 1tuorlo
  • 90 gzucchero di canna
  • 80 mlolio extravergine d’oliva (*a seconda della farina potrebbe volercene un po’ di più)

Per la crema al pistacchio

  • 500 mllatte
  • 3tuorli
  • 100 gzucchero
  • 60 gamido di mais (maizena)
  • 90 gpasta di pistacchi (*per creme)
  • q.b.granella di pistacchi

Per la meringa

  • 3albumi
  • 35 gacqua
  • 135 gzucchero

Strumenti

  • Frusta
  • Termometro
  • Sbattitore
  • Teglia per crostate
  • Cannello a gas
NB se non possedete il cannello potete inserire la crostata in forno con il grill acceso per circa 15 minuti fino a doratura per ottenere la meringa fiammeggiata.

Preparazione della crostata fiammeggiata al pistacchio

Preparazione della frolla

  1. Per la preparazione della base per la crostata seguite il procedimento riportato nella ricetta pasta frolla integrale all’olio.

Per la crema al pistacchio

  1. Riponete una ciotola in freezer e lasciatela raffreddare fino a quando la crema sarà pronta: questo permetterà poi di arrestarne la cottura.

    Versare in un pentolino il latte e portarlo a bollore.
    Intanto all’interno di una ciotola sbattete con la frusta i tuorli e lo zucchero quindi aggiungere l’amido di mais (o la farina) cercando di non far formare grumi.
    Quando il latte inizierà a bollire rimuoverlo dal fuoco e versarlo a filo, continuando a mescolare, sul composto di uova.
    Riportate il composto sul fuoco ed aggiungere la pasta di pistacchio per creme; mescolare continuamente fino a che la crema non si addenserà (sarà pronta quando inizieranno a comparire le prime bolle in superficie).
    Prelevate la ciotola dal freezer e trasferitevi all’interno la crema pasticcera e lasciarla raffreddare.

    Curiosità: per evitare che sulla crema si formi la “pellicina” coprirla completamente con la pellicola trasparente per alimenti mettendo quest’ultima direttamente a contatto con la crema.

Per la meringa

  1. In un pentolino versare l’acqua e poi lo zucchero e portare a sfiorare il bollore; lo sciroppo di zucchero dovrà raggiungere e non superare i 121°C (oltre i quali inizierà a caramellare).
    Intanto montate gli albumi con le fruste elettriche.
    Quando lo zucchero avrà raggiunto la temperatura desiderata, versatelo a filo sugli albumi montati e continuate a montare fino a quando vi accorgerete che la temperatura del recipiente sarà nuovamente scesa (ci vorranno 5-6 minuti circa).
    Conservare in frigo fino al momento dell’utilizzo.

Assemblare la crostata

  1. base della crostata fiammeggiata al pistacchio: frolla integrale all'olio

    Stendere la pasta frolla direttamente tra due fogli di carta forno in una sottile sfoglia.
    Aiutandovi con la carta forno, trasferite la pasta frolla in uno stampo per crostate ben imburrato e foderato sul fondo con carta forno.

  2. base bucherellata della crostata fiammeggiata al pistacchio: frolla integrale all'olio

    Tagliare l’eccesso di pasta frolla sui bordi, poi con i lembi di una forchetta bucherellate il fondo.

  3. riempimento della base della crostata fiammeggiata al pistacchio: frolla integrale all'olio

    Versate la crema al pistacchio ormai fredda all’interno della base della crostata, cospargere la granella di pistacchio in superficie.
    Cuocere in forno statico a 180° per 30 minuti, poi sfornare e lasciar raffreddare.

  4. Trasferite la meringa all’interno di una sac-à-poche con la bocchetta larga e decorate la superficie della crostata ormai fredda; potrete creare dei ciuffetti di meringa o una spirale continua.
    Quando tutta la superficie sarà completa, fiammeggiate con il cannello per dorare la meringa.
    Riponete in frigo fino alla consumazione.

/ 5
Grazie per aver votato!