Pane bianco a lievitazione naturale

Il Pane bianco a lievitazione naturale è un pane semplice da preparare in casa che vi darà molte soddisfazioni, almeno per me è così. Preparato semplicemente con farina tipo 0 e lievito madre che gli conferisce una miglior digeribilità, profumo e si conserva più a lungo.

Il Pane bianco a lievitazione naturale si accompagna benissimo sia con il salato che con il dolce, perfetto con salumi o formaggi, oppure da spalmare con marmellate e confetture di frutta o crema di nocciole.

Sono davvero molto soddisfatta… finalmente un pane con i bucchi 😍😍, buonissimo, fragrante e profumato!

Pane bianco a lievitazione naturale

INGREDIENTI: (per due filoni) 

  • 1 kg di farina di grano tenero tipo 0
  • 150 g di lievito madre rinfrescato
  • 2 cucchiaini di miele
  • 660-680 g di acqua (circa)
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 22 g di sale

Per chi non possiede il lievito madre può usare il lievito di birra e usarne circa 8-10 g, aumentare la dose di farina di circa 80 g e 40 g di acqua.

Se non avete un’impastatrice o planetaria potete impastare a mano.

Pane bianco a lievitazione naturale

PROCEDIMENTO: 

Per il Pane bianco a lievitazione naturale, dopo 3-4 ore dal rinfresco del lievito madre ho iniziato a preparare l’impasto: ho setacciato la farina dentro la ciotola dell’impastatrice, aggiunto il lievito madre a pezzettini (oppure lo potete prima sciogliere con una piccola parte di acqua e poi unirlo), il miele, una parte di acqua, poi  l’olio extravergine d’oliva, altra acqua a più riprese fino a ottenere un impasto abbastanza morbido. Ho fatto incordare perfettamente e per ultimo ho aggiunto il sale, l’ho fatto incorporare e ho spento la macchina

Ho tolto l’impasto e pirlando formato una palla. Se volete (prima di pirlare) potete fare qualche piega che servirà a incorporare aria.

Ho sistemato l’impasto dentro una ciotola grande unta con poco olio e coperto con pellicola. Dopo circa un’ora a temperatura ambiente l’ho trasferito in frigo per tutta la notte. Se preferite potete far lievitare a temperatura ambiente, comunque dipende da come vi organizzate.

La mattina dopo ho tolto l’impasto dal frigo e lasciato lievitare a temperatura ambiente fino quasi a triplicare. Dopodiché ho diviso l’impasto a metà e formato due filoni, cercando di non sgonfiarli troppo. Li ho trasferiti nella leccarda, coperti con pellicola leggermente infarinata e fatti rilievilare per circa un’ora e mezza. I tempi di lievitazione sono solamente indicativi, dipendono da vari fattori…

Ho acceso il forno a 210°C (statico) con pentolino d’acqua sul fondo. Intanto ho spolverizzato i filoni con un po’ di semola e un’attimo  prima di infornare ho fatto i tagli con l’aiuto di una lametta.

Ho infornato, e dopo 15 minuti ho abbassato la temperatura a 190°C, dopo altri 15 minuti a 165-170°C, poi ho tolto il pentolino e ho lasciato lo sportello leggermente aperto (a spiffero) per far uscire l’umidità, fino a fine cottura. In tutto ho fatto cuocere per 55 minuti – 1 ora.

Pane bianco a lievitazione naturale

Ho sfornato e fatto raffreddare il Pane bianco a lievitazione naturale all’aria, appoggiando i filoni in verticale sul muro della cucina.

Si conserva per qualche giorno avvolto in un panno di lino, oppure si può congelare. Io uno lo consumo e l’altro lo congelo

Seguitemi anche sulla mia pagina di Facebook Nonsolodolce di Lorena, grazie mille!! 😍

Precedente Pancakes ai mirtilli con esubero di lievito madre Successivo Biscotti al cocco con marmellata

2 commenti su “Pane bianco a lievitazione naturale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.