Crea sito

Pane di spelta e noci (di Santa Ildegarda)

Il pane di spelta e noci è un pane dalla crosta croccante reso più gustoso dalla presenza dei gherigli di noci all’interno dell’impasto. Per Santa Ildegarda “la spelta è il miglior cereale. E’ calda, grassa e ricca di forze ed è più leggera di altri cereali. In chi la mangia sviluppa il giusto sangue e la giusta carne e rende allegro il suo spirito e dona felicità all’animo umano. E se la si mangia sempre, nel pane o in altre pietanze, è buona e leggera”.
Il pane di spelta e noci è piaciuto molto anche al marito, con mia grande soddisfazione, dato che è lui l’esperto di lievitati in casa. Mi ha anche chiesto di rifarlo, magari in forma di panini. Eh, sì, perché lui ama il formato piccolo; io, invece, da brava terroncella, quando faccio o compro il pane cerco sempre la pagnotta gigante che mi ricorda il pane di giù… Tra l’altro, il marito, mi ha addirittura consigliato di provare a fare dei grissini con lo stesso impasto. E i grissini sono una delle cose che, prima di trasferirmi a Bologna, avevo mangiato raramente. Invece, in Emilia e al Nord in generale li usano anche al posto del pane, cosa che a casa dei miei sarebbe considerata un’eresia…  
Il libro da cui ho tratto la ricetta del pane di spelta e noci, “Hildegard von Bingen. Ricette per il Corpo e per l’Anima” di Eve Landis, consiglia di regalare questo pane insieme con la ricetta e un bel motto di Santa Ildegarda:

“Il corpo e l’anima si appartengono
Come l’uomo e la donna
Come il divino e il terreno
L’acqua e la terra
Il sole e la luna
Gli uccelli all’aria
Il pane al forno
E il fuco al miele”.


Provate anche lo strudel alla zucca e formaggio, un’altra ricetta con la farina di farro spelta.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore 5 Minuti
  • Tempo di cottura55 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gfarina di farro (spelta)
  • 1 cucchiainoe 1/2 di sale
  • 20 glievito di birra fresco
  • 300 mlacqua (tiepida)
  • 100 ggherigli di noci

Strumenti

  • Ciotola della planetaria (opzionale) con foglia e gancio
  • Pellicola per alimenti o strofinaccio
  • 1 Teglia
  • Carta forno
  • 1 Pennello
  • 1 Coltello

Preparazione

  1. Per preparare il pane di spelta e noci, per prima cosa versate la farina nella ciotola della planetaria (ma potete fare questa operazione anche a mano), fate una conca al centro e mettetevi il lievito sbriciolato e tre cucchiai di acqua tiepida presi dal totale. Poi mescolate, con le mani o con un cucchiaio, il lievito con l’acqua e un po’ della farina circostante, fino ad ottenere un piccolo impasto. Quindi, coprite la ciotola con della pellicola trasparente o con uno strofinaccio e lasciate riposare per 10-15 minuti.

    Passato questo tempo, aggiungete all’impasto la rimanente acqua e le noci tagliate a metà o a pezzetti e cominciate ad impastare con la “foglia”. Quando l’impasto comincerà a diventare omogeneo, aggiungete il sale e continuate ad impastare per circa 10 minuti, sostituendo la foglia con il gancio.

    Poi coprite di nuovo la ciotola e fate lievitare l’impasto in un luogo caldo (io l’ho messo nel forno spento con la luce accesa) per circa 90 minuti, fino al raddoppio del volume.

    Passato questo tempo, date all’impasto una forma sferica (ma, se preferite, potete formare anche un filone lungo circa 25 cm), dopodiché ponetela su una teglia rivestita con carta da forno e fatelo riposare ancora, coperto, per altri 20 minuti.

    Poi spennellate la pagnotta con dell’acqua tiepida e con un coltello fate un’incisione a croce sulla superficie.

    Infine, fate cuocere al centro del forno preriscaldato (io ho usato la funzione statica) a 220° per 20 minuti, dopodiché abbassate la temperatura a 180° e fate cuocere per altri 35 minuti circa.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.