Crea sito

Corn dog ovvero i wurstel fritti in pastella

Corn dog ovvero i wurstel fritti in pastella Il tipico street food dell’America, wurstel passati in una pastella di farina di mais e poi fritti.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaAmericana

Ingredienti

  • 12Wurstel (piccoli)
  • q.b.Farina
  • q.b.Olio di semi di girasole (per friggere)

Per la pastella

  • 150 gFarina di mais
  • 100 gFarina di grano
  • 200 mlLatte
  • 1Uovo
  • 10 gZucchero
  • 1 cucchiainoBicarbonato
  • 1 cucchiainoPaprika dolce
  • 1 pizzicoSale

Preparazione

  1. Iniziare col preparare la pastella e mettere in una ciotola prima tutti gli ingredienti secchi: la farina di mais e la farina di grano, la paprika, lo zucchero, il bicarbonato,il sale e mescolare.

    Unire successivamente l’uovo ed il latte, mescolando man mano con una frusta, fino ad ottenere una pastella omogenea.

  2. Prendere i wurstel e  infilarvi uno stecchino di legno o uno stuzzicadenti quindi passarli nella farina velocemente.

  3. A questo punto passare i wurstel nella pastella avendo cura di coprirli completamente.

  4. Trasferite la pastella in un contenitore alto ed immergetevi i wurstel infarinati coprendoli interamente.

    Mettere un pentolino abbastanza stretto sul fuoco con l’olio di semi di girasole e quando raggiunge la temperatura di circa 180°, tuffarvi i wurstel pastellati pochi alla volta.

  5. Dorarli per bene e poi scolarli su carta assorbente.

    Appena cotti servirli con tutte le salse che preferite.

    Buon appetito!

Note

Possono, una volta cotti, essere congelati e successivamente riscaldati al forno.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lemieloverie

Non sono uno chef, né tanto meno chissà quale cuoca, ma mi è sempre piaciuto cucinare e la mia passione è diventata anche un lavoro, ho gestito per 10 anni il Chiosco le coccinelle a Ravenna. Raccolgo in questo blog le miei ricette, quelle recuperate di famiglia e tutte quelle che nel tempo ho provato e che mi sono particolarmente piaciute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.