Roccocò – Ricetta semplice napoletana

Ciao a tutti, dopo qualche giorno di assenza sono ritornata. Sono davvero contenta di essere qui con voi, non vedevo l’ora. Bene, pensavo di proporre e condividere con voi i Roccocò napoletani – ricetta semplice napoletana. Roccocò, dolci tipici della Campania, concludono il pranzo dell’8 dicembre.

La tradizione dei Roccocò risale al 1300 quando le monache del Real Convento di Napoli li occprepararono per la prima volta in occasione della prima domenica dell’avvento.

Hanno la forma di ciambelle, sono piuttosto duri e per questo motivo si mangiano dopo averli intinti nel vino rosso, o in un bicchierino di marsala o di vermuth, ma la mia cara suocera era solita intingerli in un buon bicchierino di strega, tradizione rimasta nella mia famiglia. Sono fatti con farina, mandorle e spezie, il “Pisto” , e per la preparazione casalinga (ma non per questo meno buono) leggete Qui

Bene mentre mi sono già organizzata per la cena di stasera che prevede una buona polenta  con un’ottima farina di mais, naturalmente macinata a pietra, condita con un buon sugo di funghi e Taleggio, mettiamoci all’opera, indossiamo il nostro amico fidato “il grembiule” e via… andiamo a preparare  i deliziosi Roccocò napoletani, una ricetta tradizionale napoletana facile facile e nello stesso tempo veloce, ma che vi stregheranno.

Roccocò

 

Roccocò – Ricetta semplice Napoletana

 

Ingredienti

1 kg di farina

850 g di zucchero

800 g di mandorle sgusciate

20 g di Pisto

5 g di ammoniaca

succo di arancia

300 g di acqua fredda

1 uovo per spennellare

PROCEDIMENTO

 

Per prima cosa andiamo a tostare le mandorle nel forno per circa 5 minuti, e  tritiamo grossolanamente nel tritatutto 1/3 circa delle mandorle e le altre le teniamo da parte.

Sulla spianatoia  o in una grossa ciotola versiamo la farina, poi aggiungiamo lo zucchero, le mandorle, sia quelle tritate che quelle intere, il succo filtrato di un’arancia,  il Pisto a cui abbiamo aggiunto l’ammoniaca (facciamo  attenzione perchè l’ammoniaca ha un odore molto forte e poco piacevole), quindi mischiamo.

roccocoò

 

 

roccocò

 

Aggiungiamo la buccia grattata dell’arancia (facoltativo)e poi aggiungiamo  l’acqua  presa  dal frigo ed il succo dell’arancia filtrata  e aggiungiamola al composto, se volete dei roccocò più morbidi aggiungete un cucchiaio di miele

roccocò

 

 

 

 

 

 

e amalgamiamo con pazienza fino a che otteniamo un impasto liscio ed omogeneo.

òroccoc

 

 

 

 

 

 

 

Formiamo delle ciambelle di circa 10 cm. di diametro, poi le adagiamo sulla placca foderata con la carta forno,  e spennelliamo con l’uovo battuto.

roccocò

 

 

 

 

 

 

 

Inforniamo a 180°C a modalità ventilato, per circa 10 – 15 minuti o fino a quando avranno un bel colore.

Sforniamo i nostri Roccocò e facciamoli  raffreddare su una gratella

roccocò

roccocò

 

 

 

 

 

 

quindi li chiudiamo nei sacchetti per alimenti e conserviamo. Ma vi devo confessare che io non ho resistito, ho dovuto assaggiarli eh… che buoni!

 

 

 

Seguimi sulla pagina di Facebook cliccando Qui e non perderai nessuna ricetta. Torna alla HOME PAGE

 

Precedente Pisto come si fa l'aroma per roccocò Successivo Risotto ZUCCA VIOLINA e Funghi