TORTA CHIFFON O ALL’ ACQUA

Torta chiffon o all’acqua, un dolce che nasce negli USA negli anni venti. E’ una torta da colazione, soffice e alta. Si presta molto bene ad essere farcita con marmellata o crema.

Rispetto alla ricetta originale ho ridotto di 1/3 la quantità di zucchero (negli anni venti si era meno consapevoli…) e, la seconda volta che l’ho preparata, ho diminuito anche la quantità di lievito: si sentiva troppo il sapore. Ora mi sembra più “giusta”.

Torta-chiffon-o-all' acqua

TORTA CHIFFON O ALL’ACQUA

Ingredienti per 1 stampo da 16 cm di diametro, a cerniera e con fondo e bordi diritti
oppure lo speciale stampo da chiffon cake

150 g di farina 00
100 g di zucchero a velo
3 uova
80 g di acqua
1 limone, succo e buccia

60 g di olio (gusto delicato)
1 cucchiaio raso di lievito per dolci + 3 g di cremor tartaro (si acquista in farmacia)
oppure 8 g di polvere lievitante biologica, senza fosfati
1 pizzico di sale

Riscaldate il forno a 160-170 °C.
Non imburrate, né infarinate, né foderate con carta da forno lo stampo.

Preparatevi tutti gli ingredienti che utilizzerete per questa ricetta.
Per preparare l’impasto ci vogliono tre ciotole.
Setacciate in una ciotola gli  ingredienti asciutti (meno tre cucchiai di zucchero e un pizzico di lievito o di cremor tartaro che serviranno per gli albumi), poi aggiungete il limone grattugiato.
In un’altra ciotola mettete i liquidi più i tuorli.
La terza ciotola vi serve per gli albumi, che frullerete per 5-6 minuti aggiungendo prima il cremor tartaro tenuto da parte, oppure il pizzico di polvere lievitante, poi i tre cucchiai di zucchero.

Unite liquidi e farine, amalgamateli a mano (basta un minuto), poi aggiungete gli albumi frullati, un cucchiaio alla volta,  mescolando delicatamente dall’alto in basso.
Versate l’impasto nello stampo e infornate.
Dopo 50-55 minuti potete fare la prova stecchino per controllare se la torta è cotta.

Questo dolce deve raffreddare nello stampo, capovolto e sollevato, per diverse ore. Io l’ho appoggiato su due bicchieri (foto).

chiffon cake
Sformatelo, se necessario aiutatevi passando la lama di un coltello tra lo stampo e il dolce, poi spolverizzatelo con zucchero a velo.

Dolci, tante ricette

Ciao!

Facebook

Precedente RISOTTO GORGONZOLA PERE E NOCCIOLE Successivo TAGLIATELLE AL MASCARPONE, NOCI E PROSCIUTTO

Lascia un commento