Il vaporotto: panino a vapore

Un nome, un programma! Il vaporotto saprà come sorprendrv!Vi lascerà a bocca aperta!
Si tratta di panino morbido dentro e croccante fuori, a lievitazione mista (lievito madre e lievito di birra), cotto a vapore.
L’ho scoperto vagando sul web e ho deciso di condividerlo con voi!
Sono sempre alla ricerca di novità e questa mi sembrava proprio l’occasione per mettermi alla prova e abbandonare un pò il monopolio del solo lievito madre…Largo alle novità!!
Questa ricetta dal gusto genuino si accompagna con moltissimi ingredienti, dagli affetatti al pesce crudo…e chi più ne ha più ne metta!

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione25 Minuti
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaVapore
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 350 gfarina 0
  • 100 gfarina di semola di grano duro rimacinata
  • 50 gfarina di riso
  • 300 mllatte parzialmente scremato
  • 80 mlacqua
  • 1 cucchiainomiele
  • 8 glievito di birra compresso
  • 50 glievito madre
  • 5 gzucchero
  • 12 gsale
  • 40 gburro
  • q.b.Foodlove

Preparazione

  1. Per prima cosa iniziate con un’autolisi di 60min utilizzando tutto il latte e 60 ml di acqua (teniamo da parte 20ml).

    Trascorso il tempo necessario, unite all’impasto il lievito madre, lievito di birra, miele e azionate la planetaria un paio di minuti per poi aggiungere a filo i 20 ml di acqua rimasta.

    Non appena inizierà ad incordare, aggiungete lo zucchero, il burro a pezzetti un pò alla volta, aspettando che l’impasto lo inglobi prima di inserirne dell’altro, ed infine il sale.

    Riponete il composto pronto su un piano di lavoro ed eseguite 2 pieghe a tre ogni 30/40 minuti.

    Lasciate puntare per mezz’ora e passate in frigorifero per almeno 12 ore (io l’ho lasciato per 24h).

  2. Dopo la pausa in frigo, stagliate a freddo in palline da 100-120 grammi.

    Eseguite una pirlatura leggera e dopo 10 minuti un’altra molto più stretta.

  3. Lasciate raddoppiare e cuocete in una padella antiaderente ben calda, sulla quale nebulizzerete dell’acqua, e che coprirete con una campana di vetro o recipiente profondo.

    La cottura varia dai 7-9 min per parte.

  4. Una volta cotti infilzateli con degli spiedini lunghi e appendendeteli. In questo modo la forza di gravità conferirà loro una forma un pò più “paffuta”.

    Una volta freddi, tagliateli a metà e sbizzarritevi con affettati, formaggi, verdure…

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da kikkainwonderfoodland

La mia passione per la cucina nasce quando ancora ero piccola. Sono sempre stata una buona forchetta. La mia incontenibile curiosità mi ha portato non solo a cimentarmi in cucina con ricette di vario tipo (molto spesso rivisitate in chiave personale), ma addirittura a studiare il cibo in tutte le sue sfaccettature. Mi sono laureata in dietistica, certo non con lo scopo di mettere le persone a dieta e privarle di uno dei piaceri più grandi della vita! Al contrario, il cibo è benessere e porta benessere!E' un ingrediente importante nella vita di tutti noi!Occorre solo cercare la chiave giusta!