Crea sito

Cruffin metà Croissant metà Muffin

 

Oggi vi propongo i Cruffin sono dei Croissant vestiti da Muffin 😋 sono veramente squisiti si possono gustare sia vuoti che pieni.

Adesso andiamo a vedere la ricetta passo per passo 😉

20

preparazione

Per prima cosa facciamo sciogliere il lievito madre essiccato nell’acqua tiepida.
Prendete una ciotola abbastanza capiente e unite le due farine con lo zucchero, poi aggiungete l’acqua con il lievito e iniziate a impastare.
Dopo lavorato un po l’impasto aggiungete il sale e il burro morbido, otterrete un impasto sodo e molto elastico, non si deve attaccare sulle mani.2Infine prendete la pellicola trasparente e coprite, lasciando lievitare per 1 ora.

5

 

Trascorso il tempo di lievitazione dividete l’impasto in otto parti.

6

Prendete una parte della pasta e appiattite con le mani aggiungendo un po di farina.

7

Passate la pasta dentro alla macchina fino a ottenere uno spessore molto sottile.

10

Applicate su tutta la sfoglia il burro deve essere molto morbido.11
Dopo che avete messo il burro iniziate a formare un rotolino facendo dei giri abbastanza stretti.
14Con l’aiuto di un coltello tagliate il rotolo a metà per la lunghezza otterrete due pezzi.

15

Ora avvolgete su se stesso mettendo il lato sfogliato verso l’esterno, formando una chiocciola.

16

Prendete delle formine dei muffin e metteteli dentro, fate lievitare fino a che non si raddoppiano.

17

Trascorso il tempo fate cuocere nel forno già preriscaldato a 200° per circa 10 minuti, poi abbassate la temperatura a 180° e lasciate cuocere fino alla doratura.
Trascorso il tempo di cottura fateli raffreddare.

18

Infine dopo raffreddati decorateli con zucchero a velo e marmellata a piacere. 😊
19Che bontà 😋😋😋
7Alla prossima ricetta.
 Mi troverete anche su Facebook Twitter Google+  Pinterest con tantissime buone ricette. 😘😘😘

Pizza Parigina

DSC05789

Pizza Parigina

INGREDIENTI

Per la pasta della pizza

500 g di farina per pizza

1 cubetto di lievito di birra

250 ml di acqua tiepida

sale q.b.

Per la pasta brisè

250 g di farina bianca

100 g di burro

1/2 cucchiaino di sale

2 dita di acqua fredda

1 uovo

Per la farcitura

400 g di pomodoro

300 g di provola

150 g di prosciutto cotto a fettine sottili

olio evo q.b.

sale q.b.

pepe q.b.

PREPARAZIONE

La prima cosa da preparare è la pasta per la pizza, in quando richiede circa 1 ora e mezza di riposo per farla lievitare bene.

Mettete 250 g di acqua in una tazza ed immergetevi il lievito per farlo sciogliere, versate la farina su un tavolo facendola cadere tutta allo stesso posto in modo che si formi una montagna.

Al centro del cumulo di farina andate a scavare un buco con le mani in modo di ottenere uno spazio libero al centro e tutta la farina attorno, come se fosse una conca.

Nel buco cosi ottenuto versate pian piano un pò dell’acqua e lievito e con le mani discostate la farina attorno per farla rapprendere.

Procedete in questo modo finchè non avrete raccolto tutta la farina.

Man mano che l’impasto si fa più consistente giratelo su se stesso e spingetelo contro la tavola con forza in modo che si stacchi dal tavolo.

Una volta pronta mettete la pasta in un recipiente e coprite con uno strofinaccio e lasciate riposare per 1 ora e mezza.

Prepariamo la pasta brisè, mettiamo sul tavolo 250 g di farina, prendiamo il burro ancora freddo e tagliamolo a pezzetti.

Uniamo il burro alla farina sfregandoli tra le mani in modo da ottenere un composto granuloso.

Disponiamo l’impasto ottenuto a conca, come avevamo fatto prima con la farina della pizza, al centro versiamo 2 dita di un bicchiere d’acqua fredda e un pò di sale.

Impastiamo tutto con delicatezza in modo che il burro non si sciolga ma diamo alla pasta una consistenza abbastanza morbida.

Diamo all’impasto una forma a pagnotta e avvolgiamola in un foglio di carta oleata, lasciamo riposare la pasta brisè in frigorifero per 20 minuti.

Prepariamo il ripieno, laviamo i pomodori e tagliamoli a pezzi facendo attenzione a non disperdere la polpa, mettiamoli in una ciotola e condiamoli con olio e sale.

Tagliamo la provola a listarelle e mettiamola da parte, prendiamo un uovo e separiamolo dall’albume e mettiamo quest’ultimo in un piatto fondo e montiamolo a neve e teniamolo pronto per spennellarlo sulla nostra pizza.

Ungiamo la teglia con un cucchiaio di olio, accendiamo il forno a 180°.

Trascorso il tempo di riposo per la pasta della pizza, stendiamola con un filo d’olio in modo uniforme.

Togliamo anche la pasta brisè dal frigorifero e stendiamola sulla tavola infarinata, serviamoci di un mattarello per tirare una sfoglia sottile di qualche millimetro e larga abbastanza per coprire la pizza.

Passiamo ora a farcire, prima con la metà dei pomodori e le listarelle di provola sparse per tutto l’impasto.

Ora stendiamo le fette di prosciutto in modo da coprire interamente la pizza e condiamo il tutto con l’altra metà del pomodori.

Passiamo un pò di farina sul mattarello per sollevare la pasta sfoglia dalla tavola e poggiamola delicatamente sulla pizza.

Con una forchetta punzecchiamo la superficie superiore della pizza ed infine spennelliamo con la chiara d’uovo prima montata.

Infornate la pizza a 200° per 30 minuti.

430 calorie per porzione.

 

 

Pandoro farcito con crema all’arancia

 

In questi giorni non può mancare questo golosissimo pandoro farcito con crema all’arancia, vi garantisco che veramente è una bontà. Ma non ci mettiamo in chiacchiere ma andiamo a leggere subito la ricetta. 😉

INGREDIENTI

Per il lievitino
60 ml di acqua tiepida
50 g di farina Manitoba
13 g di lievito di birra fresco
10 g di zucchero
1 tuorlo a temperatura ambiente
Per il primo impasto
il lievitino
225 g di farina Manitoba
1 uovo medio a temperatura ambiente
30 g di burro a temperatura ambiente
25 g di zucchero
5 g di lievito di birra fresco
2 cucchiai di acqua tiepida
Per il secondo impasto
primo impasto
225 g di farina Manitoba
100 g di zucchero
2 uova medie a temperatura ambiente
1 cucchiaino di sale fino
1 bacca di vaniglia
Per la sfogliatura
140 g di burro a temperatura ambiente
farina q.b.
Per decorare
crema all’arancia
2 arance tagliate a pezzetti
6 cucchiai di zucchero
mezza tazzina di liquore all’arancia
PER LA CREMA ALL’ARANCIA
500 ml di latte
4 tuorli
3 arance premute
5 cucchiai di zucchero
4 di farina
mezza tazzina di liquore all’arancia

PREPARAZIONE

Mettete il lievito nell’acqua per preparare il lievitino e fatelo sciogliere, aggiungete anche la farina, lo zucchero e il tuorlo.
Amalgamate bene e lasciate riposare per 1 ora fino che non si raddoppia.
Trascorso il tempo per il lievitino, mettete in un robot da cucina il lievitino fatto precedentemente.
Ora prepariamo il primo impasto, fate sciogliere il lievito nell’acqua e versatelo nel robot  sul lievitino e aggiungete l’uovo, lo zucchero, la farina setacciate e infine il burro a pezzetti (deve essere morbido).
Fate impastare tutto nel robot per qualche minuto, nella stessa ciotola del robot lasciate lievitare per 1 ora.
Trascorso il tempo prepariamo il secondo impasto,unite al primo impasto lo zucchero,la farina setacciata, i semi di vaniglia, le uova e il sale.
Fate impastare nel robot per 10 minuti.
Lasciate lievitare per 90 minuti ancora.
Dopo che il tempo è trascorso mettete la ciotola nel frigo per 30 minuti.
Passati i 30 minuti trasferite l’impasto su un piano di lavoro infarinato e stendete il panetto con il mattarello dandogli la forma di un quadrato di 1 cm di altezza e largo 25 cm.
Sulla superficie del quadrato mettete dei fiocchetti di burro, ora ripiegate i 4 angoli verso il centro, stendete di nuovo l’impasto con il mattarello in lunghezza come una striscia, piegate la parte superiore della striscia verso il centro e la parte inferiore su quella superiore appena piegata.
Avvolgete il panetto in una pellicola e riponetelo nel frigo per 15 minuti e ripetete per altre 2 volte.
Infine formate una palla con il panetto e ungetela con un poco di burro, ora posizionatela nello stampo per pandoro ben imburrato, coperto da una pellicola unta di olio e lasciate lievitare per 8 ore.
Cuocete il pandoro a 180° per 10 minuti, abbassate la temperatura a 160° e continuate ancora la cottura per 50 minuti.
UN CONSIGLIO aggiungete un foglio di carta alluminio sulla superficie a metà cottura.
Sfornatelo, capovolgetelo e lasciate raffreddare.
Nel frattempo che si raffredda preparate la crema all’arancia.
In una pentola mettete i tuorli con lo zucchero, con un frullino sbattete bene, deve diventare spumoso, aggiungete i cucchiai di farina setacciata, poi il latte e mescolate bene, dovrà diventare omogeneo, unite anche il succo d’arancia e il liquore.
Fate cuocere a fuoco medio senza farla bollire, finché non sarà diventata densa ma non troppo (perché quando si sarà raffreddata diventerà densa abbastanza).
Togliete dal fuoco e fatela raffreddare. 
In un piatto tagliate gli spicchi d’arancia a pezzettini e aggiungete lo zucchero e il liquore all’arancia.
Ora che il pandoro si è raffreddato tagliatelo a fette larghe, poi su ogni fetta mettete la crema all’arancia, ricomponete il pandoro mettendo le fette incrociate a forma di stella, decorate con il resto della crema e infine guarnite con pezzetti di arance che avete precedentemente preparati.
7
Alla prossima ricetta 😉
Mi troverete anche su Facebook Twitter Google+  Pinterest con tantissime buone ricette. 😘😘😘

 

Pandoro con crema caffè e cioccolato

pandoro

Pandoro con crema caffè e cioccolato

img_ingredienti INGREDIENTI

Per il lievitino

icone60 ml di acqua tiepida

icone50 g di farina Manitoba

icone13 g di lievito di birra fresco

icone10 g di zucchero

icone1 tuorlo a temperatura ambiente

Per il primo impasto

iconeil lievitino

icone225 g di farina Manitoba

icone1 uovo medio a temperatura ambiente

icone30 g di burro a temperatura ambiente

icone25 g di zucchero

icone5 g di lievito di birra fresco

icone2 cucchiai di acqua tiepida

Per il secondo impasto

iconeprimo impasto

icone225 g di farina Manitoba

icone100 g di zucchero

icone2 uova medie a temperatura ambiente

icone1 cucchiaino di sale fino

icone1 bacca di vaniglia

Per la sfogliatura

icone140 g di burro a temperatura ambiente

iconefarina q.b.

Per decorare

iconecrema al caffè

iconeguarnizione al cioccolato

iconezucchero a velo

PER LA CREMA AL CAFFÈ

icone500 ml di latte

icone50 g di burro a temperatura ambiente

icone6 tuorli d’uova

icone50 g di amido di mais

icone150 g di zucchero

icone1 bustina di vanillina

icone1 scorza di limone

icone3 tazzine di caffè

iconemezzo bicchierino di liquore Sambuca

PREPARAZIONE-Chef-Cartoon--Copia---2-

icone 1Mettete il lievito nell’acqua per preparare il lievitino e fatelo sciogliere, aggiungete anche la farina, lo zucchero e il tuorlo.

icone 1Amalgamate bene e lasciate riposare per 1 ora fino che non si raddoppia.

icone 1Trascorso il tempo per il lievitino, mettete in un robot da cucina il lievitino fatto precedentemente.

icone 1Ora prepariamo il primo impasto, fate sciogliere il lievito nell’acqua e versatelo nel robot  sul lievitino e aggiungete l’uovo, lo zucchero, la farina setacciate e infine il burro a pezzetti (deve essere morbido).

icone 1Fate impastare tutto nel robot per qualche minuto, nella stessa ciotola del robot lasciate lievitare per 1 ora.

icone 1Trascorso il tempo prepariamo il secondo impasto,unite al primo impasto lo zucchero,la farina setacciata, i semi di vaniglia, le uova e il sale.

icone 1Fate impastare nel robot per 10 minuti.

icone 1Lasciate lievitare per 90 minuti ancora.

icone 1Dopo che il tempo è trascorso mettete la ciotola nel frigo per 30 minuti.

icone 1Passati i 30 minuti trasferite l’impasto su un piano di lavoro infarinato e stendete il panetto con il mattarello dandogli la forma di un quadrato di 1 cm di altezza e largo 25 cm.

icone 1Sulla superficie del quadrato mettete dei fiocchetti di burro, ora ripiegate i 4 angoli verso il centro, stendete di nuovo l’impasto con il mattarello in lunghezza come una striscia, piegate la parte superiore della striscia verso il centro e la parte inferiore su quella superiore appena piegata.

icone 1Avvolgete il panetto in una pellicola e riponetelo nel frigo per 15 minuti e ripetete per altre 2 volte.

icone 1Infine formate una palla con il panetto e ungetela con un poco di burro, ora posizionatela nello stampo per pandoro ben imburrato, coperto da una pellicola unta di olio e lasciate lievitare per 8 ore.

icone 1Cuocete il pandoro a 180° per 10 minuti, abbassate la temperatura a 160° e continuate ancora la cottura per 50 minuti.

icone 1UN CONSIGLIO aggiungete un foglio di carta alluminio sulla superficie a metà cottura.

icone 1Sfornatelo, capovolgetelo e lasciate raffreddare.

icone 1Nel frattempo che si raffredda preparate la crema al caffè, in una pentola mettete il latte, la vanillina, il burro e la scorza di 1 limone ben lavato, fatelo quasi bollire a fuoco moderato, dopo spegnete il fuoco e lasciate la scorza di limone ancora dentro per 5 minuti.

icone 1In una ciotola mettete i tuorli d’uovo, lo zucchero, l’amido di mais e con un frullino sbattete bene, deve diventare spumoso, poi togliete la scorza di limone dal latte e aggiungete la crema spumosa che avete realizzato con le uova lo zucchero e l’amido di mais, rimettete tutto sul fuoco e mescolate bene, ora aggiungete il caffè e la Sambuca, quando risulterà densa toglietela dal fuoco e fate raffreddare.

icone 1Ora che il pandoro si è raffreddato tagliatelo a fette larghe, poi su ogni fetta mettete la crema al caffè, ricomponete il pandoro mettendo le fette incrociate a forma di stella, spolverizzatelo con zucchero a velo e infine guarnite con il cioccolato.

Calories-Book-goes-beyond-the-numbers-M917KP73-x-large 680

Con questa ricetta partecipo al contest: Ricette di Natale del blog:

Una mamma che cucina.

contest verde

Riccioli fatti in casa

fusilli

Riccioli fatti in casa

img_ingredienti INGREDIENTI per 6 porzioni

icone 800 g di farina 00

icone 400 ml di acqua tiepida

icone 8 cucchiai di olio girasole

icone 1 cucchiaino non troppo pieno di sale fino

PREPARAZIONE-Chef-Cartoon--Copia---2-

icone 1Su un tavolo da lavoro versate la farina a forma di fontana, mettete anche un po’ di sale e al centro aggiungete l’acqua tiepida. 

icone 1 Iniziate a mescolare, non appena l’impasto prenderà consistenza incorporate anche l’olio, continuate ad impastare energicamente. 

icone 1 Avvolgete quindi la pasta nella pellicola da cucina e lasciatela così riposare per 30 minuti.

icone 1 Trascorso il tempo necessario, impastate ancora un po’ e poi prendete un pezzo per volta, lasciando coperta la parte in attesa di essere lavorata.

icone 1 Con i palmi delle mani create dei cordoni lunghi circa 15 cm e spessi quanto una penna biro.

icone 1Infarinateli, utilizzate dei stecchini per spiedini.

icone 1Avvolgete uno alla volta a spirale, sfilateli quindi molto delicatamente su una tovaglia ben infarinata.

icone 1 Proseguite fino a completare l’impasto.

icone 1 Lasciate asciugare i riccioli per 1 ora.

icone 1 Poi cuocete in acqua salata e condite a piacere.

Calories-Book-goes-beyond-the-numbers-M917KP73-x-large 407

Babà al rum con panna e frutta

babàBabà al rum con panna e frutta

icone per la facilitàDifficoltà: madia

orologioRossoTempo di preparazione: 30 minuti

ico_recipe_cotTempo di cottura: 40 minuti

INGREDIENTI per lo stampo

*700 g di farina

*200 g di burro

*6 uova intere

*2 bicchiere di latte

*2 pizzico di sale

*1 cubetto di lievito di birra

*4 cucchiai di zucchero

*1 bicchiere d’acqua tiepida

Per la bagna

*600 ml di acqua

*1 bicchiere e mezzo di rum

*5 cucchiai di zucchero

*500 ml di panna

*frutta a piacere q.b.

PREPARAZIONE

Prepariamo il lievitino con 100 g di farina, il lievito e l’acqua tiepida, lasciatelo lievitare.

Dopo lievitato sbattete le uova con lo zucchero, aggiungete il sale, il burro sciolto a filo, il latte e il restante della farina.

Continuate a mescolare, poi unite il panetto e continuate a sbattere.

Lasciate lievitare.

Dopo la lievitazione, infornate a 180° per 40 minuti.

Fate raffreddare bene.

Preparate la bagna, in un pentolino mettete l’acqua e lo zucchero, fatelo sciogliere bene.

Poi aggiungete il rum e girate bene.

Ora bagnate bene tutto il babà, guarnitelo con panna e pezzetti di frutta a piacere.

PER OGNI PORZIONE LE CALORIE SONO:

bilancia_pesa_personeCalorie 400

La cucina è un gesto d’amore