Crea sito

Turdilli, dolci tipici natalizi, detti anche canariculi

turdilli sono dei dolcetti tipici della tradizione del mio paese e in generale della Calabria. Ogni famiglia ha una ricetta, ognuno procede, per la preparazione, con la propria esperienza: chi va a “occhio”, chi assaggia per  vedere se il sapore è quello giusto…ecc ecc. Insomma, le ricette della tradizione hanno questo piccolo difettuccio: qui a casa mia, io e mia madre cerchiamo di pesare tutto, per evitare spiacevoli problemi di “memoria” e per non dover buttare tutto. Il colore è tipico di questi dolcetti: sono medio-scuri perchè contengono vino. Procuratevi un bicchiere della Nutella: lo useremo come dosatore! Ecco qui la semplice ricetta di questi fragranti turdilli, detti anche canariculi.

Turdilli, dolci tipici natalizi, detti anche canariculi
  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 5 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni:
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 1 bicchiere Olio di oliva (usate il bicchiere di Nutella come dosatore)
  • 2 bicchieri vino rosso
  • buccia 1 arancia biologica
  • q.b. Cannella in polvere
  • 1 pizzico Sale
  • 600 g Farina 00 (più altra per la spianatoia)
  • 2 cucchiai Zucchero
  • q.b. Miele millefiori (per caramellare i turdilli)
  • codette colorate
  • Confettini colorati
  • olio per friggere

Preparazione

  1. Per preparare i turdilli per prima cosa laviamo molto bene l’arancia e la sbucciamo, cercando di non prendere nel taglio la parte bianca dell’arancia. In una pentola mettiamo olio e vino, cannella abbondante, buccia di arancia, zucchero e  un pizzico di sale e facciamo bollire.

  2. Spegniamo il gas appena bolle e cominciamo ad aggiungere la farina setacciandola, mescolando il composto in continuazione con un cucchiaio di legno.

  3. Quando avremo aggiunto tutta la farina, il composto sarà diventato omogeneo e la pentola risulterà “pulita”, prendiamo il composto e ci spostiamo su una spianatoia infarinata. Lo lavoriamo energicamente: quando non si attacca più nè sulla spianatoia nè sulle mani allora è pronto. Lasciatelo raffreddare per bene.

  4. Mettete sul gas un pentolino dalle pareti alte con abbondante olio di oliva per friggere. Fate dei rotolini con l’impasto, come se doveste preparare degli gnocchi: tagliate dei tocchetti e poi rotolateli sui rebbi di una forchetta poggiata al contrario sul piano di lavoro.

  5. Friggete velocemente i vostri canariculi e metteteli a scolare su della carta da cucina. Quando avrete finito, scaldate molto bene il miele in un pentolino e rotolateli al suo interno, sul fornello acceso: attenzione perchè il miele tende a schiumare, quindi mettetene pochi ala volta.

  6. Attenzione anche a non scottarvi, le temperature dell’olio e del miele sono molto alte.

  7. Disponete i vostri turdilli in pirottini di carta o su un piatto da portata, decorate con codette colorate, confettini e servite. Buon Appetito!

Note

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.