Krapfen salati ripieni

I krapfen salati ripieni sono una ricetta versatile e di semplice realizzazione. La ricetta non è originale, ma è una rivisitazione del’originale che potete trovare sul sito di Giallozafferano. Il ripieno è a vostro piacere. Potete utilizzare quello che volete, dal galbanino al provolone piccante, dal salame alla mortadella, insomma potete sbizzarrirvi e accontentare la gola di tutti. Ecco a voi la ricetta

Krapfen salati ripieni

Krapfen salati ripieni

Ingredienti:

  • 300 g patate lessate (pesatele quando sono già cotte)
  • 250 g farina 00
  • 250 g farina Manitoba
  • 50 ml acqua
  • 12 g lievito di birra in cubetti
  • 1 cucchiaino zucchero
  • 12 g sale
  • 50 ml olio
  • 1 uovo
  • poca acqua per sigillare i bordi

Per il ripieno:

  • salumi a piacere vostro
  • formaggio semi stagionato a piacere vostro a cubetti

Per friggere:

  • olio di semi

Partiamo con la preparazione dei krapfen salati ripieni: lessiamo le patate in abbondante acqua salata, le sbucciamo una volta che saranno cotte e le schiacciamo con uno schiacciapatate.

Sciogliamo il lievito di birra nell’acqua con lo zucchero leggermente intiepidita. Setacciamo insieme le farine in una ciotola, poi aggiungiamo le patate schiacciate che si saranno intiepidite, l’uovo, il lievito sciolto nell’acqua, l’olio, il sale e impastiamo fino ad ottenere una palla liscia e omogenea. Mettete in una ciotola e coprite con pellicola. Lasciate lievitare per 2 ore in un luogo caldo (il forno con lo sportello chiuso e la luce accesa va benissimo).

Trascorse le due ore, riprendete l’impasto e stendetelo (spessore della sfoglia 5 mm) con un mattarello su una superficie infarinata, tagliate dei dischi di 7 cm con un coppapasta. Proseguite fino a terminare l’impasto.

Ora bisogna formare i krapfen salati: su un disco poggiate un cubetto di formaggio avvolto nel formaggio che avete deciso di utilizzare, bagnate il bordo del disco con dell’acqua e sovrapponete un altro disco e premete bene i bordi. Proseguite fino a completamento degli ingredienti. Mettete i krapfen così fatti a lievitare, coperti su una superficie, per un’altra ora.

Friggeteli in abbondante olio e servite caldissimi. Potete anche cuocerli in forno: disponeteli su una leccarda rivestita di carta forno e cuocete a forno statico preriscaldato per 20-25 minuti. Buon appetito!

Ti piacciono le mie ricette? Seguimi sulla pagina Facebook FORNO E FORNELLI per non perdere nessuna novità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.