Crea sito

Carciofi ripieni vegetariani

Come preparate voi i carciofi ripieni? Vi propongo oggi questa ricetta che piacerà molto anche ai vegetariani, poichè non è previsto l’uso della carne. E poi è una ricetta furba, poichè dei carciofi butteremo solo le foglie più dure: utilizzeremo i gambi per preparare il ripieno 😉 Saranno veramente deliziosi: inoltre sono cotti nel sugo, non si friggono e per renderli croccanti li ripasseremo nel forno. Mia madre li cucina da sempre così, e credo che abbia imparato a farli così seguendo la sua mamma. Non ci sono dosi precise, ma vi dò delle dritte. Per prima cosa scegliete la pentola in cui dovrete cuocerli: dovrete fare in modo che i carciofi siano tra loro ben incastrati e stiano in piedi (nella pentola che usa mia madre ne entrano in media 7-8). Questa stessa pentola dovrà finire poi in forno per la gratinatura finale, per cui scegliete una pentola coi manici di acciaio, che può andare in forno. Passiamo alla ricetta.

carciofi ripieni

Carciofi ripieni vegetariani

  • 7-8 carciofi di medie dimensioni

Per il ripieno:

  • gambi di carciofo
  • mollica di pane raffermo sbriciolata
  • 1 tuorlo d’uovo
  • sale
  • pepe
  • mix di pecorino e parmigiano grattugiato
  • prezzemolo tritato q.b.
  • qualche cucchiaino di sugo
  • 10-12 cubetti di provola
  • 1 spicchio di aglio

Per il sugo:

  • 1 confezione da 1 kg di pomodori pelati
  • olio
  • sale
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 foglie di alloro

Per preparare i carciofi ripieni per prima cosa dobbiamo preparare il sugo. In una pentola mettiamo olio sale aglio alloro e pomodori pelati e lasciamo cuocere a fuoco basso per un’ora. In seguito eliminiamo aglio e alloro e passiamo il sugo con un passapomodoro. Occupiamoci ora della preparazione dei carciofi: tagliamo i gambi e li teniamo da parte. Togliamo le foglie esterne più dure, eliminiamo le cime e puliamo le basi dai resti delle foglie. Scostiamole foglie centrali per controllare che non ci sia la barbetta interna (in caso la eliminiamo) e tagliamo la base del carciofo in modo da averla piatta (NON BUTTATE CIO’ CHE TAGLIATE). Mettiamo il carciofo pulito in una bacinella con acqua acidulata e proseguiamo con la pulizia.

Ci restano adesso i gambi: eliminiamo la parte più esterna ricca di fili e conserviamo il cuore del gambo. Bolliamo i gambi e le basi dei carciofi in acqua salata per 15-20 minuti finchè non saranno teneri. Li scoliamo e li schiacciamo coi rebbi di una forchetta.

Uniamo a questa purea mollica di pane raffermo, mix di formaggi grattugiati, un tuorlo d’uovo, sale, pepe, un po’ dell’olio di cottura del sugo di pomodoro, una puntina di aglio (in base ai vostri gusti) spremuto con uno spremiaglio e impastiamo. La consistenza deve essere simile a quella delle polpette, morbida ma non troppo.

Con questo composto dobbiamo riempire i carciofi: li prendiamo dall’acqua acidulata, li sciacquiamo sotto acqua fredda corrente, scostiamo le foglie fino a fare spazio al centro per il ripieno, mettiamo un cucchiaino di sugo al centro, un paio di cubetti di provola e copriamo con abbondante ripieno preparato prima. Adagiamo nella pentola scelta per la cottura. Proseguiamo fino a completamento. Versate un cucchiaio di sugo su ogni carciofo nella pentola. Ora allunghiamo il sugo con poca acqua e lo versiamo nella pentola dove sono i carciofi, facendo attenzione: non versatelo SUI carciofi (diventa molliccio il ripieno) ma cercate di farlo andare nei buchi.

Mettiamo a cuocere sul fornello a fiamma alta finchè il sugo non bolle, a quel punto abbassiamo e facciamo cuocere. Se ci accorgiamo che l’acqua si è consumata, ne aggiungiamo altra. La cottura si deve controllare: basta controllare la cottura delle foglie. Quando sono tenere i carciofi sono cotti. Per rendere la superficie bella croccante, li ripassiamo in forno modalità grill a 150°C per 10-15 minuti. Buon Appetito!

Ti piacciono le mie ricette? Seguimi sulla pagina Facebook FORNO E FORNELLI per non perdere nessuna novità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.