Crea sito

Confettura di ciliegie con poco zucchero e senza addensanti

La confettura di ciliegie con poco zucchero e senza addensanti è perfetta da preparare in questo periodo: non servono doti particolari, solo tanta pazienza e il gioco è fatto! Colazioni leggere e golosissime saranno assicurate per molto tempo. Buona lettura!

Confettura di ciliegie con poco zucchero e senza addensanti

Confettura di ciliegie con poco zucchero e senza addensanti

Ingredienti:

  • 1 kg ciliegie
  • 5 cucchiaini di zucchero
  • il succo di 1 limone biologico

Preparare questa confettura alle ciliegie è davvero molto semplice, serve solo un po’ di pazienza per snocciolare tutte le ciliegie e per controllare se c’è qualche ospite indesiderato. Ma andiamo per ordine.

Come prima cosa, lavate bene le ciliegie, privatele del peduncolo e poi, con uno snocciolatore oppure semplicemente tagliandole a metà, eliminate il nocciolino interno e controllate che non ci siano vermi o altri insettini. Più le vostre ciliegie saranno scure e mature, più la vostra confettura sarà scura (come la mia).

Raccogliete tutte le ciliegie in una pentola dal fondo spesso, irroratele con il succo di un limone biologico e accendente il fornello piccolo mettendo la fiamma alta. Non appena comincerà a bollire, abbassate la fiamma e mescolate di tanto in tanto. A metà cottura aggiungete lo zucchero. Controllate con la tecnica del piattino quando la vostra confettura di ciliegie sarà pronta: versate un cucchiaino di confettura su un piattino, fate raffreddare e inclinate il piattino. Se la confettura non scivola, è pronta. Se non vi piace la confettura coi pezzettoni, potete usare un frullatore a immersione per renderla più cremosa.

A questo punto invasate immediatamente la confettura nei vostri vasetti precedentemente sterilizzati (io uso da sempre questa tecnica), chiudete col tappo, stringendo molto bene, capovolgete i barattoli e avvolgete in un paio di strofinacci. Fate riposare e raffreddare per una notte intera. La vostra confettura è pronta e potrete conservarla in dispensa fino a 6 mesi (ovviamente, all’apertura dei barattoli, controllate sempre che non ci siano muffe o altro). Buon appetito!

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirmi sulla mia pagina Facebook FORNO E FORNELLI per restare sempre aggiornato su novità e quant’altro.

Vuoi ricevere comodamente le tutte le ricette sulla tua posta elettronica? Iscriviti alla NEWSLETTER DI FORNO E FORNELLI, è gratuita! Clicca e procedi: vai al form di iscrizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.