La pasticciata

LA PASTICCIATA – Tipico piatto dell’entroterra fanese e pesarese. La pasticciata di vitellone è di diritto considerata IL PIATTO delle feste. Di solito il 26 Dicembre, il giorno di Santo Stefano o per il pranzo di Pasqua, ogni tavola della nostra zona (che rispetti le tradizioni) offre questa prelibatezza. Il tempo di preparazione lungo non la proibisce a chi è alle prime armi in cucina, se pensate che sono riuscita a farla anche io che non ho mai un momento libero,  possono provarci tutti e con ottimi risultati.

Pasticciata con l'erba
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 120 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • magatello (di manzo) 800 g
  • Carota 1
  • Sedano 1 costa
  • Cipolla (piccola) 1
  • Chiodi di garofano 2
  • Vino rosso 1 bicchiere
  • Passata di pomodoro 1 bicchiere
  • Olio extravergine d'oliva 4 cucchiai
  • Aglio 2 spicchi
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione

  1. In un tegame a fondo spesso metti  4 cucchiai di olio, l’aglio, la cipolla nella quale avrete inserito i chiodi di garofano, la carota pelata ed il sedano.

  2. Fai scaldare l’olio ed aggiungi la carne legata con uno spago da cucina ( se non sai come fare ecco un comodissimo video che te lo spiega)

  3. Accendi la fiamma sotto al tegame e, aiutandoti con due cucchiai di legno, gira il pezzo di magatello su ogni lato, facendolo così rosolare e sigillare.

  4. Quando i lati e le estremità della carne avranno cambiato colore aggiungi il vino rosso e fai evaporare a fiamma viva. quando il vino sarà tutto sfumato aggiungi acqua calda quanto basta.

  5. Aggiusta di sale e pepe e chiudi con il coperchio. Lascia cuocere per almeno un’ora la carne, se dovesse asciugare troppo aggiungi altra acqua.

  6. Dopo circa un’ora a fuoco lento, spegni e apri il coperchio. Togli  gli odori dal tegame, ma non il sugo di cottura. Lascia raffreddare per almeno un’ora.

  7. Slega la carne e poggiala su di un tagliere. Con un coltello per arrosti ben affilato taglia delle fette di circa mezzo centimetro l’una.

  8. Metti la passata di pomodoro nel tegame e aggiungi le fette di carne disposte a cerchio.  Aggiusta di sale e pepe.

  9. Accendi il fuoco e copri con il coperchio, cuoci per almeno un’ora controllando che il sugo non ritiri troppo, se dovesse succedere aggiungi altra acqua calda. Servire caldissima.

Lo sai che…

Nel fanese la moda è accompagnare la pasticciata con bietole e spinaci lessati e poi passati in padella…..la classica Pasticciata con l’erba!

Mi trovi anche su Facebook.

Precedente Zuppa di patate e cipolle Successivo Tofu al pepe verde

13 commenti su “La pasticciata

  1. Ciao!
    Ho letto il tuo messaggio sulla raccolta di ricette di carnevale e credo che parteciperò (sono già membro del forum :P).
    Volevo chiederti una cortesia: ho mandato una mail a blogdicucina per parlare della raccolta che ho aperto sul mio blog, puoi mica confermarmi se è arrivata?
    Grazie!
    Buona giornata
    Cristina

  2. piera il said:

    Ciao, sono stata un po’ assente nell’ultimo periodo, ma ora riprendo in mano il mio blog e torno con il pdf della mia raccolta “con un chicco di riso, alla quale hai partecipato anche tu…baci a presto

  3. che goduria queste ricette, davvero mi piacciono un sacco 🙂 mi ricordano i piatti della mia nonna… poi sto immaginando di fare la scarpetta con il sughino che resta nel piatto 🙂

  4. Ciao Marti secondo te si può fare nella pentola a pressione? Vien voglia di pucciare il pane sullo schermo ^___^
    PS: per la cronaca, sai che non sono nell’elenco? Ricordi messaggio su FB?

    baci

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.