Insalata di riso classica

L’insalata di riso che pubblico oggi, è la classica bomba che propongo ai miei familiari almeno due volte per ogni stagione estiva. Lo so che è calorica all’inverosimile ma è troppo buona! Una volta ogni tanto è un piacere che va concesso. Ovviamente gli ingredienti possono variare anche a seconda di cosa avete nel frigo al momento, ma la maionese ci deve essere, altrimenti non è più bomba!

insalata di riso classica nella cucina di martina blog ricetta
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    15 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Riso 300 g
  • Tonno sott’olio 200 g
  • Emmentaler 100 g
  • Uova (medie) 2
  • pomodoro (da insalata) 1
  • verdure sott’olio 1 bicchiere
  • Sale grosso q.b.

Preparazione

  1. Metti una pentola di acqua sul fuoco, non appena raggiungerà il bollore aggiustala di sale e versa il riso, rispetta i tempi di cottura riportati sulla confezione. Non appena il riso sarà pronto scolalo sul lavello della cucina e mettilo subito sotto acqua corrente molto fredda in modo da fermare la cottura.

  2. Lessa le uova in acqua non salata, nel frattempo taglia a cubetti l’emmentaler, spezzetta il tonno, taglia a cubetti il pomodoro e sgocciola le verdure sott’olio. Metti tutto nel piatto da portata che hai scelto per servire l’insalata di riso.

  3. Aggiungi il riso e condisci il tutto con metà della maionese prevista.

     

  4. Quando le uova saranno cotte raffreddale in acqua fredda, sgusciale e tagliale a rondelle, sistemale sopra l’insalata di riso e fai delle decorazioni con la restante maionese. Copri con della pellicola da cucina e fai riposare in frigo per almeno 1 ora.

Suggerimenti

L’insalata di riso è uno di quei piatti che spesso uso come svuotafrigo, infatti ci puoi mettere di tutto, dai saluti agli avanzi di arrosto e sarà sempre buona.

Provala anche in inverno con ingredienti di stagione, sarà una scoperta di sapori del tutto inaspettata!

 
Precedente Marmellata di mele golden con la mdp Successivo pesce persico e patate light

Lascia un commento