Crea sito

Cresc’tajat ricetta tipica marchigiana

Le cresc’tajat sono una pasta della cucina povera marchigiana. Da piccola ho sentito spesso mio padre nominarle, ma siccome a mia madre non piacevano tanto, non le ho mai assaggiate. Durante le scorse festività, avendo più tempo per la lettura e per gli esperimenti in cucina, ho trovato un vecchio ricettario di cucina marchigiana in cui si parlava proprio di questa pasta particolare che nell’impasto ha della polenta cotta. infatti una volta, le cresc’tajat erano proposte il giorno dopo della “spolentata” per riutilizzare i residui di polenta (non condita).

Il nome in italiano significa “cresce tagliate” perchè l’impasto viene steso in forma tonda (come la crescia) e poi tagliato a pezzi irregolari (come i maltagliati).

cresc tajat ricetta nella cucina di martina

Cresc’tajat

Ingredienti per 4 persone

  • 160 g. di farina di frumento
  • 80 g. di polenta cotta e raffreddata
  • 1 uovo medio

per il sugo al pomodoro

  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 2 spicchi di aglio
  • 250 g. pomodori pelati
  • sale
  • peperoncino in polvere
  • parmigiano grattugiato (facoltativo)

Procedimento

Impasto: sulla spianatoia, mettete la farina a fontana, mettete al centro l’uovo e la polenta tagliata a cubetti. Impastate con le mani fino ad ottenere una pasta omogenea sia in consistenza che nel colore. Lasciate riposare coperta da un panno pulito per circa 30 minuti.

Mentre la pasta riposa, fate il sugo: in una padella dai bordi alti mettete l’olio con i due spicchi di aglio schiacciati, fate scaldare e poi unite il pomodoro, salate, unite il peperoncino e fatelo restringere. A fine cottura togliete pure l’aglio se non piace.

Riprendete la pasta, dividetela in pagnottine e stendetene ognuna con il mattarello dandole la forma della piadina, con un coltellino appuntito ricavate tanti triangoli e rettangoli irregolari da ogni crescia. Mano mano che la pasta è pronta spostatela su un panno infarinato.

Cuocete le cres’tajat in acqua bollente salata come si fa per qualsiasi tipo di pasta, tempo di cottura 3/4 minuti, scolate con un mestolo forato e trasferite il tutto nella padella con il sugo. Spolverizzate di abbondante parmigiano grattugiato se lo gradite.

Pubblicato da martina

Blog manager per la piattaforma blog Giallozafferano ( Gialloblog) e blogger per hobby. Nel mio blog racconto di me attraverso le ricette che mi piace cucinare... per tutto il resto c'è facebook!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.