Carciofi sott’olio home made

I carciofi sott’olio home made sono un must nelle conserve casalinghe. Una preparazione molto versatile e sempre apprezzata. Possono, infatti, essere gustati come contorno o antipasto o utilizzati nella realizzazioni di altri piatti. Prepararli in casa è piuttosto semplice, ma il risultato è davvero eccezionale. Venite, dunque, a scoprire come realizzarli anche voi!

Carciofi sott'olio home made
  • Preparazione: 30 (escluso riposo) Minuti
  • Cottura: 5 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni:
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Carciofi (piccoli e teneri) 1 kg
  • Limoni 1
  • Sale grosso 2 cucchiai
  • Aceto di vino bianco 500 ml
  • Acqua (esclusa quella per il riposo) 1 l
  • Olio extravergine d'oliva q.b.
  • Prezzemolo q.b.
  • Peperoncino q.b.
  • Basilico q.b.

Preparazione

  1. Per prima cosa, pulire accuratamente i carciofi privandoli del gambo e delle foglie in eccesso. Ricavarne solo il cuore per questa preparazione.

  2. Sistemare i carciofi puliti in una ciotola capiente insieme a dell’acqua e al limone diviso a metà. Aggiungere anche 1 cucchiaio di sale grosso. Lasciar, poi, riposare per circa 2 ore.

  3. Nel frattempo, portare ad ebollizione il mezzo litro d’aceto, insieme al litro d’acqua ed al cucchiaio di sale grosso rimasto. Tuffarvi poi i carciofi e cuocere per circa 5 minuti. Lasciarli infine intiepidire in una scodella.

  4. Sistemarli a testa in giù, una volta tiepidi, su un vassoio rivestito di carta assorbente e lasciarli raffreddare completamente.

  5. Disporre i carciofi in piccoli barattoli sterilizzati, ricoprirli con abbondante olio extravergine di oliva, un trito di erbe aromatiche (per noi prezzemolo e basilico) ed il peperoncino).

  6. Far riposare i vasetti alcune ore e, se necessita, rabboccare l’olio. Chiudere ermeticamente e conservare in frigo, per scongiurare il formarsi di muffe nocive. Dopo circa una settimana i carciofi sott’olio  home made sono pronti per essere gustati

Conservazione

Se volete conservare i barattoli più a lungo in dispensa, fate bollire il contenitore, una volta chiuso, per ottenere il sottovuoto. Quando andrete a consumare i carciofi sott’olio, verificate che il sottovuoto sia avvenuto: se il coperchio emetterà un suono tipo click clack, premendolo al centro, il sottovuoto non sarà riuscito, al contrario, sarà andato a buon fine il processo.

PER ALTRE RICETTE SFIZIOSE, PROSEGUITE LA NAVIGAZIONE, TORNANDO ALLA HOME DEL BLOG.

Se vi sono piaciuti i carciofi sott’olio home made, seguiteci anche sulla nostra pagina facebook!!!

Precedente Torta margherita - torta da farcire Successivo Fettine alla pizzaiola - carne alla pizzaiola

Lascia un commento