Crea sito

Tarallini

I tarallini sono uno snack tipico del Sud Italia, un prodotto da forno sfizioso e stuzzicante.
Pochi, semplici ingredienti per uno snack finger food da gustare con l’aperitivo o come spezza fame a qualunque ora del giorno, che prevedere una particolare doppia cottura che assicura una croccantezza irresistibile.
Leggete come fare i tarallini con la ricetta facile che trovate di seguito, come al solito, subito dopo la foto 😉

tarallini gp
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gfarina
  • 200 mlvino
  • 125 mlolio extravergine d’oliva
  • 2 cucchiainisale

Preparazione dei tarallini

  1. Mettete la farina in una capiente ciotola, fate un vuoto al centro e versatevi l’olio extra vergine di oliva, il sale e il vino.

    Impastate con decisione perché si amalgamino per bene, quindi trasferite l’impasto su una spianatoia e lavoratelo energicamente fino a quando non diventerà liscio, omogeneo ed elastico.

    Trasferite l’impasto in una ciotola che coprirete con della pellicola alimentare, e tenete a riposo in frigo per almeno trenta minuti.

  2. Trascorso questo tempo riprendete l’impasto e prelevate dei tocchetti di impasto.

    Lavorateli su di una spianatoia facendoli rotolare sotto il palmo delle mani in modo da ricavare dei rotolini che andrete ad “annodare” per ottenere i tarallini che posizionerete su di un canovaccio pulito.

    Una volta preparati tutti i tarallini mettete a bollire una pentola di acqua e tuffateli dentro pochi per volta, prelevandoli con una schiumarola appena vengono a galla e disponendoli distanziati su un canovaccio pulito.

  3. Accendete il forno a 200°.

    Mettete i tarallini su di una teglia rivestita di carta da forno e infornate per trenta minuti o almeno fino a completa doratura.

    Una volta cotti, fate raffreddare completamente per assaporare in tutta la loro bontà e croccantezza i tarallini.

    Chez Bibia

Note

Visita anche la raccolta di ricette Finger food veloci per tutte le occasioni con tante sfiziose idee per arricchire i tuoi aperitivi: la trovi cliccando QUI.

Se desideri rimanere sempre aggiornato sulle mie ricette, senza perdertene più nemmeno una, segui e diventa fan della mia pagina su facebook: ti basta solo cliccare QUI e aggiungere il tuo “Mi piace” alla pagina 😉

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da chezbibia

Chez Bibia è il blog di cucina di Fabiola, mamma, moglie e casalinga, grande appassionata di cucina che adora raccontare le ricette provate o improvvisate, testate dalle sue bimbe e da suo marito (tutti vivi e in ottima salute!!!)

6 Risposte a “Tarallini”

  1. Aaah la puglia, terra di profumi e semplicità..! I tarallini sono il mio stuzzichino preferito di sempre ma non mi sono mai cimentata nel farli a casa, quindi ora ne approfitto con la tua ricetta 😀 Ti condivido anche da me su Jasmin et Coco fb
    Un abbraccio!

  2. CONDIVISI DA ME IN FAN PAGE intanto ^_^ E poi comunque li amo profondamente ma non mi sono mai soffermata a leggere nessuna ricetta…anche perchè so bene che se li faccio poi li spazzolo via tutti ahahaha domanda però, visto sono totalmente ignorante…intanto non sapevo di doverli prima “bollire” e poi cuocere in forno…ma il vino??? che vino devo mettere? credo bianco fermo ma…magari la tradizione porta qualche altro tipo di vino? Posso mettere dentro anche i semi di finocchio? ovviamente andranno messi prima di tuffarli in acqua, ma…tu quando dici di metterli? Volendo ci si possono mettere anche delle olive tagliate a micro pezzettini, quasi frullate? Fammi sapere che cmq la ricetta l’ho salvata e nei prossimi giorni la voglio provare a fare ^_^ grazie Boss <3

    1. Ciao tesoro! ^_^
      Va bene il vino bianco
      Se vuoi farli al finocchio certo va messo prima di bollirli, nell’impato e stessa cosa per le olive “tritate”! Fammi sapere che le nuove versioni mi intrigano… anche con forme diverse dai classici nodi 😉 (dalle mie parti sono diffuse delle “croccantelle” aromatizzate in questo modo… chissà se questa ricetta può andar bene… Allo studio Fede! 😉 ) :*

      1. no,no lascio la forma originale perchè la adoro profondamente…al moroso non piacciono ma li faccio solo per me chissenefrega ahahaha ne faccio meno di mezzo kg di farina se no sono spacciata per il resto della settimana perchè li finirei subito e li vorrei provare a rifare ahahaha grazie mille intanto! Appena li provo ti faccio sapere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.