Bissola adriese – dolce befana tipica polesana

La Bissola Adriese è il dolce tipico della città veneta di Adria (RO) che viene realizzato ogni anno in occasione dell’Epifania.
Si tratta di semplice pasta frolla rappresentante solitamente la Befana o altre figure a tema come calze e scope, decorata con cioccolato, glassa e confettini colorati.
Simile a molti altri dolci della zona veneta, come il San Martino (ricetta QUI), si può reperire solo nella suddetta città ed è frutto del lavoro degli antichi pasticceri di paese.
Da tempi ormai immemori, ogni anno le vetrine di Adria si riempiono di questi dolci dai colori e dalle forme più disparate.
Molte famiglie preparano le proprie ricette personali per poi regalarle a parenti e amici.
Ecco la mia versione!

bissola adriese
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    60 minuti
  • Cottura:
    15 minuti
  • Porzioni:
    8 persone
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

Per la base

  • 250 g Farina
  • 125 g Zucchero
  • 75 g Burro
  • 1 Uovo intero
  • 1 Albume
  • q.b. Scorza di limone o aroma alla vaniglia

Per la decorazione

  • 15 g Albume
  • 125 g Zucchero a velo
  • 50 g Cioccolato fondente
  • q.b. Confettini colorati
  • q.b. Coloranti alimentari

Preparazione

  1. everyone_loves_to_cook

    Realizzare la Bissola adriese è piuttosto semplice, come una normale pasta frolla.

    Prima di tutto unite insieme la farina, lo zucchero, il burro freddo tagliato a pezzetti e la scorza di limone e cominciate a mescolare con le mani fino a che il tutto non avrà una consistenza sabbiosa.

    N.B Se avete a disposizione un mixer con le lame, unite tutti gli ingredienti e fate andare a massima velocità per poco tempo.

    Create una fontana e versate l’uovo e il tuorlo al centro.

    Cominciate ad amalgamare con l’aiuto di una forchetta, dopodiché lavorate il composto con le mani, molto velocemente in modo da non scaldarlo troppo.

    Non appena l’impasto sarà liscio ed omogeneo, create un panetto e mettetelo in frigorifero per almeno mezz’ora.

    Passato il tempo di posa, in un piano spolverizzato con della farina, cominciate a stendere la frolla fino ad un’altezza di 5mm.

    Ora dovrete ritagliarla della forma desiderata.

    Potete procedere a mano libera o riportare un disegno su della carta forno o un cartoncino ed usarlo come stampo da seguire. Vale una sola regola: via libera alla fantasia!

    Ponete la Bissola in una teglia ricoperta da carta forno e infornatela a 180° per 15 min.

    Intanto preparate la glassa montando l’albume a neve ben ferma e aggiungendo lo zucchero a velo fino a che non sarà ben omogenea.

    Una volta raffreddata non vi resta che decorare a piacere con cioccolato fuso, glassa e confettini colorati.

Curiosità

gufo curisity

La parola  bissola deriva dal dialetto polesano e significa biscia, serpente.
Un tempo infatti si era soliti preparare dolci cerimoniali a forma di serpe o “a esse”, la ricetta poi si è evoluta fino a diventare tradizione con appunto la famosa Bissola dell’Epifania.
Origine simile ma ricetta diversa quella della “esse adriese”, altro dolce del posto che pubblicherò prossimamente.

Quanti di voi conoscevano questo dolce?
Se per caso capitate nella cittadina di Adria nel periodo delle feste non esitate ad acquistare una Bissola.
Altrimenti preparatela seguendo i miei consigli.

Alla prossima ricetta! 😉

P.S. Se vi piacciono i miei contenuti e volete rimanere aggiornati con tantissime nuove delizie e altrettante curiosità, seguitemi su Facebook, Twitter e Google+!

Precedente Cupcakes natalizi
Ops! Babbo Natale è rimasto incastrato!
Successivo Tartufini al cocco

Lascia un commento