Crea sito

Torta sbrisolona mantovana ricetta facile

TORTA SBRISOLONA MANTOVANA ricetta facile

Era una vita che volevo preparare la famosa torta Sbrisolona Mantovana.

Un dolce antico con origini povere ma attualissimo se pensate che ormai sul web spopolano miriadi di ricette di torte “sbirciolate” in tutte le loro varianti, che proprio da questa hanno preso ispirazione. La sua caratteristica è appunto una consistenza irregolare, sabbiosa, come se tante briciole avessero creato un’unica torta amalgamandosi alla perfezione con le mandorle che le conferiscono quel suo aroma particolare.
La ricetta originaria prevedeva l’utilizzo dello strutto che con il tempo è andato perso a vantaggio del burro, anche se mi sono ripromessa prima o poi di utilizzarlo, ed i suoi ingredienti principe sono la farina di mais e le mandorle.
La prima volta che l’ho assaggiata erano parecchi anni fa in un ottimo ristorante di Genova gestito da un giovane ed abile chef, ricordo ancora il mio menù: ogni volta che andavo lì era per gustarmi la chateaubriand con salsa bernese e per finire la sbrisolona accompagnata con un’ottima crema pasticcera…mi viene l’acquolina solo a ripensarci. Negli anni mi ha sempre stuzzicata l’idea di cimentarmi in questa preparazione ma chissà perché mi dava l’impressione di essere complicata. Ho anche chiesto un centinaio di volte la ricetta ad una mia amica che ha la nonna mantovana ma niente, bocca cucita, come ogni nonna della tradizione che si rispetti che non vuole svelare i suoi segreti (mia nonna era uguale!)
Recentemente però ne ho assaggiata una versione che mi ha letteralmente conquistata era fantastica e senza nulla togliere allo chef dei miei ricordi aveva una marcia in più. Non vi posso svelare dove l’ho mangiata perché visto che sono riuscita a farmi dare la ricetta potrei correre seri pericoli! Scherzi a parte ho scoperto che non era assolutamente difficile da fare, è semplicemente strepitosa e se poi la “pucciate” come faccio io nella crema pasticcera o in un aromatico vin santo le vostre papille gustative vi faranno una standing ovation!

  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 60 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 8 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

Per l'impasto

  • 200 g Farina 00
  • 200 g Farina di mais fioretto
  • 175 g Mandorle pelate
  • 2 Tuorli (circa 40 g)
  • 200 g Zucchero
  • 200 g Burro
  • 1 Scorza di limone
  • 1 bacca Vaniglia

Per decorare

  • 30 g mandorle intere (con la pelle)
  • 20 g Zucchero

Preparazione

  1. Come prima cosa mettete nel mixer le mandorle pelate e lo zucchero e frullatele non troppo finemente. Trasferite il composto in una ciotola capiente insieme al burro freddo a tocchetti, alla farina di mais, alla farina 00, e un pizzico di sale. Mescola il tutto manualmente, lavorando brevemente l’impasto per non farlo riscaldare. Usa i polpastrelli per questa operazione e considera che l’impasto non dovrà venire compatto e liscio come quello della pasta frolla ma con parti più lavorate ed altre meno, in sostanza dovrai ottenere un composto sbriciolato.

  2. A parte unisci ai tuorli d’uovo la scorza grattugiata del limone ed i semi della bacca di vaniglia, mescola bene ed una volta che le uova saranno aromatizzate uniscile al resto del composto, amalgamando ulteriormente il tutto sempre però stando attendi a mantener il composto sabbioso.
    Prendi uno stampo diametro 28 cm, imburralo leggermente e trasferisci il composto nella teglia senza premere l’impasto ma lasciando le briciole irregolari.

  3. Distribuisci uniformemente sulla superficie lo zucchero (20 g) e le mandorle non pelate (30 g). Cuoci in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 50 minuti.
    Una volta cotta tirala fuori dal forno e lasciala completamente raffreddare prima di servirla.
    E’ già buona così com’è ma diventa eccezionale se accompagnata da della crema pasticcera (se vuoi la mia ricetta clicca qui Crema pasticcera ricetta veloce ed infallibile)

Note

Una volta cotta si conserva chiusa in un contenitore ermetico in un luogo fresco ed asciutto per 1-2 giorni. E’ sconsigliato surgelarla. Ricordatevi che per un risultato perfetto è indispensabile che l’impasto rimanga granuloso e non liscio ed omogeneo come quello della pasta frolla. Per questo è estremamente importante utilizzare il burro freddo e non lavorare troppo l’impasto.
Se volete una versione senza glutine sostituite la farina 00 miscelando insieme 150 g di farina di riso e 20 g di farina di mais.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.