Pidoni tradizionali messinesi

Il Pitone o Pidone è un rustico che non manca mai nelle rosticcerie dei siciliani, in particolar modo dei messinesi. Specialmente, durante i periodi di festa è usuale prepararlo in casa con la famiglia, creando una vera e propria catena di montaggio per la sua realizzazione! Di solito vengono farciti con i più disparati ingredienti, ma i veri Pidoni messinesi sono quelli detti “tradizionali”: scarola, pomodoro, acciughe e formaggio. Allora cosa aspettate? Preparateli per cena e offriteli a parenti e amici, magari da gustare prima di una tombolata!

pidoni tradizionali messinesi
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per l’impasto:

  • 500 gfarina 00
  • 10 glievito di birra fresco
  • 1 bicchiereacqua (tiepida)
  • 1 cucchiaiozucchero
  • 1 cucchiainosale
  • 3 cucchiaiolio extravergine d’oliva

Per il ripieno:

  • 1 cesposcarola (indivia)
  • 6pomodori
  • 200 gpepato fresco
  • 200 gformaggio filante
  • 1 vasettoacciughe sott’olio
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.sale
  • q.b.pepe

Per la frittura:

  • 1/2 lolio di semi

Strumenti

Per velocizzare il lavoro e rendere i pidoni uno uguale all’altro, dunque più armoniosi e delle stesse dimensioni, potete utilizzare uno stampo per impasto. Vi lascio il link per mostrarvene uno molto comodo (clicca qui).
  • 1 Stampo per impasto modello calzone

Preparazione

  1. Procediamo con l’impasto.

    Riponete la farina in un recipiente; sciogliete il lievito di birra nell’acqua tiepida e versatelo poco a poco sulla farina, cominciando ad impastare con le mani.

    Aggiungete lo zucchero ed il sale e continuate ad impastare.

    Una volta ottenuto un buon impasto, unite l’olio d’oliva e continuate a lavorare.

    Se l’impasto risulterà troppo duro potete aggiungere dell’acqua.

    Infine, lasciate riposare almeno 3 ore, avvolgendo l’impasto in un canovaccio e poi in un plaid di lana, come faceva la nonna; altrimenti accendete la luce del forno e riponetelo all’interno, avvolto semplicemente in un canovaccio.

    Nel frattempo preparate il ripieno cominciando a sciacquare bene la scarola; tagliatela poi a pezzettini.

    Lavate anche i pomodori, tagliateli a metà e  toglietevi l’acqua e i semi. Tagliateli a cubetti ed uniteli insieme alla scarola all’interno di uno scola pasta. Condite il tutto con olio, sale e pepe e lasciate scolare l’acqua in eccesso.

    Preparate a parte i due tipi di formaggio a cubetti e le acciughe spezzettate.

    Lievitato l’impasto, allungatelo con le mani e tagliate con il coltello dei quadrati, in modo da definire le porzioni.

    Infarinate il piano di lavoro e il mattarello e stendete uno ad uno i dischi di pasta.

    Adagiate su ognuno la scarola ed il pomodoro, le acciughe ed i cubetti misti di formaggio.

    Ripiegate i dischetti su sé stessi e chiudeteli, sigillando i bordi con una forchetta.

    A parte, fate scaldare una pentola con dell’olio di semi, nel quale immergerete i pidoni.

    Una volta fritti metteteli in un piatto foderato di carta assorbente.

    Infine, servite i pidoni tradizionali messinesi ben caldi.

Consigli

Per friggere i pidoni, utilizzate una pentola non troppo ampia, dunque stretta e alta, in modo tale da poter immergere per bene il pidone, senza sprecare troppo olio di semi.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.