Oggi parliamo con lo chef Fabio Feola

Oggi parliamo con lo chef FABIO FEOLA, nato  e diplomato all’alberghiero di Matera nel 1996, ma originario di Ginosa in provincia di Taranto.

Lo chef Feola dopo il servizio militare in cucina, gira un pò l’Italia per acquisire esperienza nel settore.

Lavora così presso alberghi, sale ricevimenti e presso il ristorante SANT’AGOSTINO  ubicato tra i caratteristici sassi di Matera.

Nel settore della ristorazione da oltre 24 anni, Fabio attualmente lavora da ben 2 anni nel suggestivo  ristorante NADI a Matera.

Ha la passione per l’intaglio vegetale.

Ho sbirciato tra le sue foto e devo dire che è bravissimo!

Ma conosciamolo meglio e chiediamo qualcosa da vicino.

oggi parliamo con lo chef Fabio Feola

Fabio, mi parlavi delle sculture di vegetali.. Sono molto affascinata da questo mondo. Dove hai appreso questa bellissima arte? Realizzi decorazioni su richiesta? Organizzi dei corsi per imparare altre persone? 

Allora riguardo alle sculture ,  sono un autodidatta.

Ma la mia passione per questa forma d’arte mi ha spinto a cominciare circa 10 anni fà ad intagliare frutta, verdura, zucche e angurie….. realizzo sculture su richiesta ma senza un tornaconto economico.

Amo realizzare questo tipo di opere per buffet, compleanni ect.. ect..

Ultimamente sto ricevendo richieste tramite i social.

Mi chiedono se organizzo corsi per apprendere queste tecniche , ma essendo un autodidatta non posso fare corsi o rilasciare eventuali attestati.

Non ti nascondo che sto pensando di realizzare dei corsi ai giovani talenti visto la forte richiesta.

Corsi gratuiti naturalmente, per divulgare questa forma d’arte culinaria che mi affascina ogni giorno di più .

Quali sono i piatti più richiesti nel tuo ristorante?

I piatti più richiesti nel ristorante dove lavoro, sono indubbiamente il tris Nadi.

Il tris NADI è  un piatto  con tre assaggi di primi tipici lucani ossia, la crapiata tradizionale materana (zuppa di legumi e cereali ), i ferricelli ai peperoni Cruschi di Senise con mollica fritta ed i cavatelli alla materana con funghi cardoncelli e la salsiccia pezzente di maiale.

Un altro piatto super richiesto e molto apprezzato dai tanti commensali che passano a trovarci è il baccalà gratinato al forno con i famosi peperoni Cruschi di Senise,  il tutto adagiato su una purea di fave.

Ferricelli, cavatelli.. la pasta è fatta da te o ti fornisci da un azienda del posto?

Mi fornisco da un antico pastificio di Matera, ovviamente pasta fresca.

La cucina pugliese e quella lucana, cosa accomuna queste due regioni?

Sicuramente i prodotti della terra, fantastici, di primissima qualità e il clima  permette di ottenere la massima qualità.

Il primo piatto che hai cucinato lo ricordi? Da dove nasce la passione per la cucina?

Il primo piatto che ho preparato è stato un semplice spaghetto con le  acciughe e pomodorini ciliegino, presentato in maniera particolare ovvero una decorazione fatta con spaghetti fritti …. un successo!

Da dove nasce la passione per la cucina?

La mia passione per la cucina è nata da giovanissimo, quando ci si ritrovava tra amici in varie cantinette o tavernette ed io ero il prescelto per cucinare.

Da lì in poi non mi sono più fermato.

PROGETTI IN CANTIERE PER IL FUTURO? 

Progetti per il futuro? Gestire un piccolo locale con un massimo di 40 coperti dove posso dedicare tutta la mia attenzione e la cura dei piatti.

La quantità non va d’accordo con la qualità,quindi meno coperti,  più cura per il servizio e per i piatti.

Dove possono seguirti i miei lettori? Una pagina Facebook del ristorante?

Chi vuole seguirmi può farlo tranquillamente tramite la pagina Facebook del ristorante, digitando Nadi ristorante oppure sulla mia pagina personale facebook digitando Fabio Feola.

Un consiglio ai giovani talenti che si avvicinano a questo mestiere…
Il mio consiglio personale ai giovani talenti che si avvicinano a questo mestiere è di rendersi conto se realmente vogliono fare questo mestiere.
Perché questo è un mestiere  che si ama oppure non si fa.
Comporta tantissimi sacrifici e rinunce.
Mentre tutti festeggiano il Natale, il Capodanno, San Valentino, Ferragosto o la Pasqua tu… sarai lì a lavorare intensamente.
Se si è disposti quindi a rinunciare a tutto ciò ed affrontare tante ore in cucina con dedizione e umiltà.
..allora siete sulla buona strada!

Grazie Chef Fabio per il tempo che mi hai dedicato, adesso vorrei mostrare qualche tuo manicaretto e qui la fame si fa’ sentire.

Ti auguro di continuare a lavorare con tutto l’amore che dimostri ogni giorni nei tuoi piatti e di realizzare i tuoi desideri.
Baccalà gratinato con purea di fave, cruschi di Senise e scaglie di mandorla.

 

5 kg di Pane di Matera, una vera bontà
Recensioni , , , , , , ,

Informazioni su cosaceinpentola

Ciao! Mi chiamo Geraldine e da quando avevo 11 anni, seguivo mia madre in cucina! Lei mi ha trasmesso una passione inarrestabile, che giorno dopo giorno cresce.. Non c'è cosa più bella dello svegliarsi, aprire la porta della camera e.. sentire un profumo delizioso.. quegli odori, quei sapori, che solo una madre è capace di creare.. amore, creatività e pazienza sono i tre ingredienti principali del mio mondo in cucina. E così dopo varie richieste di amiche.. decido di aprire nel 2011 il blog Cosa c'è in Pentola e dedicarlo a mia madre "Teresita"... e a Rosamaria che mi ha dato l'idea di condividere le mie ricette con tutti. Capita di aprire il frigo e non sapere cosa fare, magari potrò aiutarvi nel mio piccolo :) Per qualsiasi cosa potete contattarmi scrivendo a: cosaceinpentola@gmail.com "Cucinare è un modo di dare." Michel Bourdin

Precedente Oggi parliamo con la Chef Piera Parisi Successivo Al Parmenide del maiale non si butta via niente

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.