Crea sito

Tarte tropézienne con crema diplomatica

Tarte tropézienne con crema diplomatica, ricetta facile, dolce da merenda o colazione, ricetta francese, dolce lievitato farcito con 3 creme, pasticcera, panna e crema al burro o chibouste

Tarte tropézienne con crema diplomatica

Dolce facile di per se, con una triplice crema che sinceramente ho evitato di realizzare perchè troppo calorica dal mio punto di vista, quindi per la tarte tropézienne ho scelto una semplicissima chantilly italiana ovvero una diplomatica di panna e crema pasticcera, molto più semplice e delicata.

La ricetta della tarte tropézienne è di origine polacca, uno chef pasticcere, Alexandre Micka, negli anni 50 decise di aprire una pasticceria a SaintTropéz e realizzò questa torta brioche della sua nonna. Nel 1955 ebbe l’incarico di realizzare un pranzo per Brigitte Bardot e la sua trouppe, quando presentò questo dolce l’attrice gli suggerisce di chiamarla Tarte de Saint-Tropéz, da questo suggerimento nacque il nome tarte tropézienne di cui poi registrò il marchio. (wikipedia)

Seguitemi in cucina oggi c’è la tarte tropézienne!

Tarte tropézienne con crema diplomatica vickyart arte in cucina Tarte tropézienne con crema diplomatica vickyart arte in cucina Tarte tropézienne con crema diplomatica vickyart arte in cucina

Tarte tropézienne

Tarte tropézienne con crema diplomatica

QUI ALTRE RICETTE

Segui le ricette di Arte in Cucina anche su Telegram sul canale telegram.me/arteincucina

QUI SE VUOI SEGUIRMI SULLA PAGINA FACEBOOK

Ingredienti:

  • 200 g di farina
  • 80 g di burro
  • 2 uova
  • 10 g di lievito di birra
  • 35 g di latte
  • sale
  • zuccherini e burro per decorare
  • Crema pasticcera QUI aggiungete 1 cucchiaio di fiori d’arancio
  • Crema al burro: (omessa)
  • 80 g di burro
  • 40 g di zucchero a velo
  • Per la chantilly:
  • 150 g di panna fresca
  • 2 cucchiai di zucchero a velo

Procedimento:

P.s. La mia tarte è  di 20 cm

Il dolce originale è composto di tre creme, una al burro, una crema pasticcera e panna o meringa italiana, poichè la ricetta originale non è dato di conoscere, girando per il web ho trovato diverse versioni, quella alla crema e burro, quella con la chibouste ovvero crema pasticcera e meringa italiana, io l’ho fatta con una semplicissima e direi più leggera, diplomatica italiana, cioè crema pasticcera e panna.

  1. Se volete farcirla con la crema al burro occorre prepararla in anticipo perchè deve riposare 2 ore.
  2. Per la crema al burro:
  3. Lavorate il burro con una frusta elettrica e tenete da parte.
  4. Se volete preparare la chibouste dovete realizzare la meringa italianaQUI e aggiungerla in ultimo alla crema pasticcera, otterrete un composto spumoso
  5. Prepariamo l’impasto brioche:
  6. Sciogliete il lievito nel latte.
    Versate nel robot la farina, lo zucchero, il sale, un uovo e il burro e impastate tutto, poi incominciate ad aggiungere le altre uova una alla volta alternando con latte e fiori d’arancio fino a quando l’impasto non si stacca dalle pareti.
  7. Prelevate l’impasto sistematelo in una ciotola coprite con pellicola e lasciate lievitare al raddoppio circa 3 ore.
  8. Trascorso il tempo prendere l’impasto sgonfiarlo su una spianatoia e fatelo riposare 30 minuti.
  9. Riprendere l’impasto e stenderlo con un mattarello nella misura di 28 cm, sistematelo nella tortiera rivestita da carta forno e lasciate lievitare fino al raddoppio
  10. Spennellate poi con burro fuso e decorate con zuccherini
  11. Cuocete a 180° per circa 20-25 minuti sfornate e fate raffreddare.
  12. Montate la panna, aggiungete la crema pasticcera con il robot in movimento otterrete una crema densa poi unite la crema al burro se preferite e lavorate ancora insieme
  13. Tagliate il dolce, farcitelo con la crema
  14. Bon appétit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.