Crea sito

Seadas o sebadas dolci sardi ricetta tipica

Seadas o sebadas dolci sardi ricetta tipica, dolci al formaggio facili e buonissimi, perfetti anche come secondo piatto, dolci fritti a base di formaggio pecorino fresco e farina di semola.

Seadas o sebadas dolci sardi ricetta tipica

Sono ottimi, perfetti sia come dolce che come secondo piatto, le seadas o sebadas sono dei dolci sardi tipici delle zone pastorali, Barbagia, Ogliastra, esistono diversi tipi di seadas, con uova nell’impasto o senza, con formaggio cotto o crudo, a “sa mandrona” cioè alla pigra, con farina di semola o farina 00.

La mia ricetta delle seadas o sebadas è con pasta violada ovvero senza uova, farina di semola e strutto, ripieno con formaggio pecorino fresco, alcuni li fanno anche con la ricotta ma la tipicità sta proprio in questo, nel formaggio fresco di pochi giorni lasciato fuori dal frigo per 2-3 giorni ad inacidirsi prima di essere utilizzato per il ripieno, e, la sfoglia piena di bollicine.

La preparazione delle seadas è molto semplice, potete farle tranquillamente, unico neo è trovare il formaggio, il nome deriva dallo spagnolo, cebar, ovvero cibare.

Seguitemi in cucina oggi ci sono le seadas o sebadas!

Seadas o sebadas dolci sardi ricetta tipica vickyart arte in cucina Seadas o sebadas dolci sardi ricetta tipica vickyart arte in cucinaSeadas o sebadas dolci sardi ricetta tipica vickyart arte in cucina

QUI ALTRE RICETTE

Segui le ricette di Arte in Cucina anche su Telegram sul canale telegram.me/arteincucina

QUI SE VUOI SEGUIRMI SULLA PAGINA FACEBOOK

Seadas o sebadas dolci sardi ricetta tipica

Ingredienti:

  • Per la pasta:
  • 250 g di farina di semola (va bene anche la 00)
  • 25 g di strutto
  • sale
  • 200 g di formaggio pecorino freschissimo (di qualche giorno) o in alternativa ricotta di pecora
  • 1 cucchiaio di semola di grano duro rimacinata
  • buccia di limone o arancia, grattugiata
  • miele q,b,
  • olio q.b.

Procedimento:

  1. La foto è stata scattata a dolce freddo, quando sono caldi il formaggio fila un po’.
  2. Le seadas hanno un diametro di circa 10-12 cm le mie sono ritagliate con un bicchiere di 7 cm e con metà dose ne ho ricavate 8.
  3. Se utilizzate la ricotta setacciatela per bene.
  4. Se utilizzate il formaggio, grattugiatelo in una pentolina, aggiungete mezzo bicchiere di acqua o latte, 1 cucchiaio di farina di semola, la buccia grattugiata dell’agrume.
  5. Mescolate a fiamma molto bassa finchè il formaggio è sciolto e ottenete un composto omogeneo.
  6. Lasciate intiepidire.
  7. Preparate la pasta base: sistemate la farina su una spianatoia, al centro aggiungete lo strutto e acqua tiepida salata quanto basta, lavorate finchè il composto non è omogeneo e morbido.
  8. Tirate la sfoglia su una spianatoia in modo sottilissimo, va bene una nonna papera, io con il mattarello.
  9. Ritagliate dei dischi con un bicchiere, 32 se utilizzate un bicchiere da 7 cm ce la fate tranquillamente.
  10. Prendete il formaggio fuso e formate 16 dischetti, da sistemare su un cannovaccio pulito e lasciateli asciugare.
  11. Farcite la metà dei dischi con il ripieno, richiudeteli con l’altra metà e sigillate per bene i bordi con una forchetta o una rotella dentata.
  12. Scaldate l’olio in una padella e cuocete mano mano le seadas, poche per volta, versando l’olio sopra con un mestolino in modo da far cuocere la parte superiore senza doverle necessariamente capovolgere, scolatele su carta da cucina.
  13. Sistematele sul piatto da portata e cospargetele di miele preferibilmente sciolto in un pentolino.
  14. Bon appétit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.