Crea sito

SEPPIE IN UMIDO

Stasera da noi si mangiano le seppie in umido, c’è sia la versione piccante che quella normale.

Io adoro la versione piccante ma mia sorella Lilla dice che quando io faccio le cose piccanti, nel mangiarle la gente inizia a sudare; non ne ha tutti i torti, ma il piccante ha quel qualcosa in più per me, ma per averlo lo si deve sentire.

Le seppie in umido sono semplici da fare, sono buone in estate perché si possono spalmare sui crostini croccanti, magari durante un aperitivo con gli amici (ancora meglio se sotto al gazebo che il tennista ha terminato), ma sono favolose anche in inverno perché possono essere servite come zuppa calda.

Io ho provato entrambe le versioni e le adoro!

Provate anche i nostri spiedini di gamberi frizzanti, trovate QUI la ricetta!

  • Difficoltà:Molto Bassa
  • Preparazione:30 minuti
  • Cottura:20 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • Seppie 250 g
  • Passata di pomodoro 200 ml
  • cipolla 1/2
  • Sale q.b.
  • Olive nere q.b.
  • Prezzemolo q.b.
  • Peperoncino (facoltativo) q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Preparazione

  1. Puliamo le seppie e tagliamole a rondelle.

    Tagliamo la cipolla a dadini e facciamola imbiondire in una padella antiaderente.

    Mettiamo nella padella le seppie tagliate unitamente alla passata di pomodoro.

    Continuiamo la cottura fino a quando la salsa non avrà raggiunto la consistenza desiderata; aggiungiamo le olive e aggiustiamo di sale.

    Prima di servire spolveriamo con il prezzemolo fresco.

     

Note

Se cercate altre ricette a base di PESCE le trovate QUI

Per tornare alla HOME cliccate QUI

Seguiteci anche su FB e su INSTAGRAM

Pubblicato da Aylin

Mi chiamo Aylin e sono la seconda dei sei fratelli. Ho la passione del cake design, degli animali e delle foto. Leggendo le mie ricette troverete qualche gossip anche sul tennista, il mio assaggiatore ufficiale e sulla piccola Zoe, la nipotina di tutti che a luglio sarà con noi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.