Questa torta, dopo averla pensata e preparata, ho capito che poteva benissimo chiamarsi “Torta Bellini” proprio come il famoso cocktail preparato, per l’appunto, da prosecco e polpa di pesche! In realtà tutto è nato da una cassettina di pesche a polpa bianca che dovevo in qualche modo consumare ma, date le temperature asfissianti degli ultimi giorni, non avevo nessuna voglia di accendere forno o gas per troppo tempo per farne una confettura, ad esempio. Così ho pensato ad un dolce fresco preparato con ingredienti semplici e che possano soddisfare a pieno la voglia di dolcetto ma che non risulti troppo scontato! Quella bottiglia di prosecco in frigorifero da Natale scorso forse, le pesche da consumare e la vigorosa pianta di menta che annaffio con amore tutti i giorni ed ecco nata la Torta di Panna Cotta al Prosecco su base di biscotti e burro aromatizzata alla menta, sovrastata poi da un gelee di pesche!

Freschissima, semplice da preparare, dai sapori delicati e raffinati, è perfetta per l’estate! Aspetta solo che la proviate per stupire i vostri ospiti! 🙂

torta panna cotta prosecco pesche
  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: per uno stampo da cm di diametro
  • Costo: Basso

Ingredienti

Per la base cheesecake aromatizzata alla menta:

  • 200 g Biscotti secchi
  • 100 g Burro
  • q.b. foglie di menta

Per la panna cotta al prosecco:

  • 500 ml Panna fresca liquida
  • 200 ml Prosecco
  • 80 g Zucchero
  • 10 g Colla di pesce
  • 1/2 bacca Vaniglia

Per la gelee di pesche:

  • 500 g polpa di pesche
  • 130/150 g Zucchero
  • 10 g Colla di pesce

Preparazione

    1. Solo quando la torta sarà ben congelata, sformarla e riporla in frigorifero per farla scongelare, per almeno 5 ore.
    2. Decorare poi la torta a proprio piacimento, io ho scelto di decorarla con foglie di menta fresca, pesche e meringhette.
    3. Ed ecco la vostra torta di panna cotta al prosecco con gelee di pesche è pronta per essere degustata!

Per la gelee di pesche:

    1. Per prima cosa mettere in ammollo in acqua fredda i fogli di colla di pesce.
    2. Lavare, sbucciare ed eliminare il nocciolo delle pesche.
    3. Versare le pesche in un frullatore e frullare fino ad ottenere una purea omogenea.
    4. Versare la purea in un pentolino insieme allo zucchero e far raggiungere il bollore.
    5. Raggiunto il bollore, far bollire per altri 5 minuti.
    6. Spegnere poi il fuoco ed aggiungere i fogli di colla di pesce ammollati e strizzati, mescolando per farli sciogliere completamente.
    7. Versare la gelee di pesche sulla panna cotta al prosecco ormai ben rassodata.
    8. Riporre in freezer per almeno altre 3/4 ore.

Per la base cheesecake alla menta:

    1. Per prima cosa fondere in microonde o in un pentolino, il burro e mettere da parte.
    2. Con un frullatore, tritare finemente i biscotti secchi.
    3. Ai biscotti tritati aggiungere il burro fuso e le foglie di menta lavate e asciugate.
    4. Mixare leggermente per far amalgamare gli ingredienti.
    5. Versare in uno stampo a cerniera da 20cm di diametro e con l’aiuto di un cucchiaio compattare su tutta la base.
    6. Riporre in frigorifero per almeno 30 minuti.

Per la panna cotta allo spumante:

    1. Mettere in ammollo in acqua fredda i fogli di colla di pesce.
    2. In un pentolino versare metà della panna (250gr), lo zucchero e i semi della vaniglia. Portare a bollore.
    3. Spegnere il fuoco e aggiungere il prosecco appena stappato e i fogli di colla di pesce ammollati e strizzati. Mescolare per far sciogliere e lasciar intiepidire.
    4. Semi montare la restante panna ed aggiungerla al composto con l’aiuto di una spatola, facendo movimenti delicati dal basso verso l’alto per non farla smontare.
    5. Versare la panna cotta sulla base di biscotti ormai rappresa.
    6. Riporre in freezer per almeno 3 ore.

Note

1 commento su “Torta di Panna Cotta al Prosecco e Gelee di Pesche.”

  1. Ciao; complimenti per il blog, ricette molto belle e accativanti, molto golose, ma la ricetta della foto del blog?
    Mi intriga molto e mi piacerebbe farla, se fosse possibile averla,sarebbe un piacere.
    Complimenti ancora
    Vittorio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.