Oggi bomboloni, se siete a dieta cambiate canale.

Questo è un post ad alta gradazione di colesterolo. Se siete a dieta, sovrappeso, preoccupati del vostro giro-vita cambiate canale……pardon post 🙂
bomboloni-vertScherzi a parte, lo so che le vostre (e mie) coronarie vanno curate e coccolate ma ogni tanto uno sfizio ci vuole no? Già la nostra vita quotidiana è tutta una corsa, uno stress unico, problemi vari, figli, lavoro e chi più ne ha più ne metta, se poi ogni tanto, non ci ritagliamo un angolino di pura goduria, allora ci rimane ben poco.
E poi, a dirla tutta, ci facciamo mille scrupoli a cucinare queste bontà in casa e poi ci ritroviamo in qualche sagra paesana, dove qualcuno vende dei bomboloni fumanti e allora il diavoletto che c’è in noi si impadronisce della nostra volontà e il gioco è fatto.
Allora dico io: tanto vale farceli da soli in casa, per lo meno sappiamo gli ingredienti che usiamo. E poi, visto che sono in vena di tentarvi, pensate che fra poco ci sarà carnevale e quindi non potrete tirarvi indietro, e allora vai con il fritto!
Il segreto di un bombolone DOC è la leggerezza, e per ottenerla dovete necessariamente stare molto attenti alla lievitazione, fase importantissima di tutta la ricetta.
A volte capita, sopratutto d’inverno di non avere calore a sufficienza per fare lievitare come si deve un impasto, in questo caso la soluzione c’è ed è il nostro forno di casa. No, non dovete accenderlo, anche perchè la temperatura minima che può mantenere un forno sarà comunque troppo alta per il nostro povero lievito e finirà per ucciderlo, allora basterà accendere la luce e chiudere lo sportello, il calore generato dalla lampadina dovrebbe essere sufficiente a mantenere  la giusta temperatura. L’olio, durante la frittura, non deve superare i 175-180°, mi raccomando.
E ora che i vostri bomboloni sono pronti, tuffateli in un bagno di zucchero e, se vi va, farciteli con crema pasticciera, marmellata o Nutella.
Per chi ha avuto la forza di leggere fino a qui, segnalo che esiste anche la versione cotta al forno: dopo averli fatti lievitare l’ultima volta, cuoceteli in forno a 180 gradi per 20 minuti e forse, la vostra coscienza sarà più leggera 🙂

Pronti a preparare i bomboloni? http://ricette.giallozafferano.it/Bomboloni.html

I miei dolci, I miei lievitati ,
Sonia Peronaci

Informazioni su Sonia Peronaci

Innamorata della cucina in tutte le sue forme, ho fatto di questa passione un lavoro creando GialloZafferano, ho condotto una trasmissione su Fox-Life e ogni tanto mi diverto a pubblicare dei libri di cucina. Nella mia vita, 3 figlie, un compagno, 2 simpaticissimi e rumorosissimi pincher, oltre a una ventina di ragazzi in redazione a Giallozafferano.

Precedente Torta salata di patate e quello che vi piace. Successivo La torta tenerina, la torta al cioccolato made in Ferrara

3 commenti su “Oggi bomboloni, se siete a dieta cambiate canale.

I commenti sono chiusi.