Granita al limone senza gelatiera

Fare la granita è un’arte e mai toglierei il primato ai siciliani di essere gli artisti migliori. Non me ne voglia il resto d’Italia, ma d’altra parte la granita nasce proprio sull’isola e ne è uno dei simboli gastronomici. Furono gli arabi a far conoscere la granita ai siciliani che cominciarono poi a riprodurre questa bevanda utilizzando la neve dell’Etna che veniva ammassata nei nevai, grattando i grandi blocchi di ghiaccio e aggiungendo poi il succo di limone o mandorle.

granita-(2-di-2)Non svelerò alchimie segrete su questa preparazione, però sappiate che per preparare una buona granita ci vogliono 4 ingredienti: acqua, zucchero, limone e…tanta pazienza! Soprattutto se la preparate in casa e senza gelatiera. Vi spiego come si fa.

Innanzitutto è doverosa una precisazione: la particolarità della granita è la sua consistenza cremosa. I cristalli di ghiaccio, infatti, sono talmente minuscoli che si avvertono appena, così che in bocca si sente solo la sua morbidezza e il sapore dell’ingrediente con cui è stata aromatizzata. Vi chiederete come si fa a ottenere questo risultato in casa.
Il “segreto” sta nel rompere continuamente i cristalli di ghiaccio che si formano durante i tempi di riposo in freezer e per fare in modo che i cristalli di ghiaccio assorbano completamente il succo di limone e lo zucchero, occorre mescolare ripetutamente il composto perché altrimenti rimarrebbero insapore.

Quindi l’operazione di rottura dei cristalli di ghiaccio deve essere fatta almeno tre/quattro volte prima di considerare la granita pronta. Per frantumare il ghiaccio andrà bene una frusta d’acciaio; se il ghiaccio dovesse indurirsi troppo potete provvedere mettendo il composto in un mixer oppure con un tritaghiaccio. Lo stesso potete fare se decidete di conservare la granita in freezer per qualche tempo, per renderla di nuovo cremosa.

Per l’ingrediente con cui aromatizzare la granita via libera ai vostri gusti preferiti, qui di seguito trovate il link per la spiegazione dettagliata di tutti i passaggi per prepararla  Vai alla Ricetta

Firma pera

I miei dolci , ,
Sonia Peronaci

Informazioni su Sonia Peronaci

Innamorata della cucina in tutte le sue forme, ho fatto di questa passione un lavoro creando GialloZafferano, ho condotto una trasmissione su Fox-Life e ogni tanto mi diverto a pubblicare dei libri di cucina. Nella mia vita, 3 figlie, un compagno, 2 simpaticissimi e rumorosissimi pincher, oltre a una ventina di ragazzi in redazione a Giallozafferano.

Precedente Hamburger mania Successivo Come fare la pasta di semola