Gattò di patate al pesto e scamorza affumicata

Il gattò di patate al pesto e scamorza affumicata è una pietanza semplice, nutriente e saporita che metterà l’acquolina in bocca al primo sguardo!

Questo gattò di patate al pesto sarà così buono e gustoso che conquisterà di certo grandi e piccini.
Il termine gattò deriva dalla parola francese gateau, è significa torta.
Un involucro morbido a base di patate impreziosito dal profumo inebriante del pesto al basilico racchiuderà un ripieno filante e saporito a base di mozzarella, prosciutto cotto e scamorza affumicata. Il tutto sarà sigillato da una irresistibile crosticina fragrante e dorata.
Potete servirlo come piatto unico, primo piatto, ma anche come appetitoso antipasto.
Insomma, sarà adatto ad ogni occasione perché sarà cosi buono che sarà impossibile dire di no! Vi conquisterà senza dubbio solo già dal profumo che si diffonderà nelle vostre cucine durante la cottura in forno.
Prepariamolo insieme 😀

gattò di patate al pesto
  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 70 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 6-8
  • Costo: Medio

Ingredienti

Per il gattò:

  • Patate 1,5 kg
  • Uova (medie) 2
  • Mozzarella 250 g
  • Prosciutto cotto (a fette) 120 g
  • Scamorza (provola) affumicata 180 g
  • Formaggio grattugiato 60 g
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Olio q.b.
  • Burro 25 g
  • Pangrattato q.b.

Per il pesto:

  • Basilico 30 g
  • Pinoli 25 g
  • Sale 1 pizzico
  • Parmigiano reggiano (grattuggiato) 40 g
  • Olio extravergine d'oliva 60 ml
  • Acqua fredda 20 ml

Preparazione

  1. gattò di patate al pesto

    Iniziamo la preparazione del gattò di patate al pesto e scamorza affumicata lessando le patate in una pentola con abbondante acqua e un pizzico di sale grosso.

    In base alla loro grandezza, dovranno cuocere per circa 30 – 40 minuti dal momento in cui l’acqua inizierà a bollire.

  2. Consiglio: vi consiglio di utilizzare patate di buona qualità e non troppo acquose.

  3. Nel frattempo, prepariamo il pesto al basilico: puliamo le foglie di basilico con un panno inumidito.

    In un mixer uniamo: i pinoli, il basilico, il parmigiano, un pizzico di sale, circa 25 ml di acqua freddissima (o un cubetto di ghiaccio) e 60 ml di olio.

    Frulliamo il tutto ad intermittenza, interrompendoci a intervalli regolari, fino ad ottenere un composto omogeneo e cremoso.

    Nota: frullare a scatti unitamente all’aggiunta dell’acqua fredda servirà a non surriscaldare le lame, a creare uno shock termico, ed a mantenere il bel colore verde!

    Teniamolo da parte.

  4. gattò di patate al pesto

    Sminuzziamo molto finemente la mozzarella e la scamorza affumicata.

    Se la mozzarella vi sembra molto acquosa sminuzzatela e mettetela a scolare in un colino per circa 30 minuti (cioè durante il tempo di cottura delle patate!).

    Tagliamo le fettine di prosciutto cotto a striscioline sottili.

  5. gattò di patate

    Controlliamo la cottura delle patate inserendo una forchetta all’interno di ciascuna, per assicurarci che siano ben cotte, quindi scoliamole ed aspettiamo che si freddino un pò.

    Peliamo le patate quando sono ancora calde e schiacciamole in un recipiente capiente con l’aiuto di uno schiaccia patate.

    Condiamo il composto con le patate con sale, pepe ed aggiungiamo le uova.

  6. Amalgamiamo bene il tutto.

    Aggiungiamo poi anche il pesto ed incorporiamolo al composto.

  7. gattò di patate al pesto

    Uniamo poi: il formaggio grattugiato, il prosciutto cotto sminuzzato, la scamorza e la mozzarella.

  8. gattò di patate

    Amalgamiamo accuratamente fino a quando tutti gli ingredienti non risulteranno incorporati in modo omogeneo!

    Vi consiglio di impastare con le mani leggermente bagnate.

    Assaggiamo per regolarci se occorre altro sale.

  9. gattò di patate al pesto

    Irroriamo il fondo della teglia con un goccio d’olio e spolverizziamolo con un pò di pangrattato.
    Scuotiamo la teglia, o battiamo sotto con la mano, per fare in modo che il pangrattato si distribuisca su tutta la superficie.

    Consiglio: se non utilizzate una teglia antiaderente vi consiglio di oliare o imburrare leggermente i bordi.

    Trasferiamo il composto con le patate al suo interno.

  10. gattò di patate

    Per livellare il gattò di patate basterà bagnarci le mani con un pò acqua o con un po di latte e compattare delicatamente tutta la superficie della teglia fino a renderla omogenea.

    Con una forchetta strisciamo su tutta la superficie in modo da creare un motivo a righe che servirà per renderla più croccante in cottura.

  11. gattò di patate al pesto

    In ultimo, aggiungiamo qualche fiocchetto di burro sulla superficie del gattò di patate e poi anche una spolverata di formaggio grattugiato e di pangrattato.

  12. Completiamo lucidando il tutto con un filo d’olio.

  13. gattò di patate al pesto

    Cuociamo il gattò di patate in forno statico preriscaldato a 180°C per circa 30 minuti.
    Sarà pronto quando sulla superficie si sarà formata una bella crosticina dorata, per cui se occorre, completiamo la cottura con pochi minuti di grill.

  14. Il gattò di patate al pesto e scamorza affumicata è pronto per essere gustato.

    Serviamolo “caldo o tiepido” in modo resti morbido e filante.

  15. gattò di patate al pesto
  16. gattò di patate

    Preparatelo anche voi, sono certa conquisterà tutti, grandi e piccini.

    Se vi piacciono le mie ricette, venite a trovarmi sulla mia pagina Facebook (cliccando qui) , su Instagram (cliccando qui), su Pinterest (cliccando qui) e divertitevi con me in cucina per rendere ogni piatto un arcobaleno di colori e sapori ! 🙂

    Potete seguirmi anche su YouTube (troverete il mio canale cliccando qui) e restare aggiornati anche sulle mie video-ricette.

    Scorrendo in fondo alla pagina troverete altre mie ricette consigliate 😀

    Per tutte le altre ricette visitate il mio blog –> cliccando qui.

    Basterà sfogliare il menù e troverete tante ricette semplici e sfiziose. Sono a vostra disposizione per qualsiasi dubbio, domanda o chiarimento per cui non esitate a contattarmi 😀

    Isabella

Note

Precedente Cupcake fantasma Halloween Successivo Polpo agli agrumi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.