Crea sito

Carciofini sott’olio

I carciofini sott’olio sono una deliziosa conserva casalinga, molto versatile … vi conquisteranno al primo assaggio per la loro bontà e genuinità!

I carciofini sott’olio sono una vera e propria delizia per il palato!
Saranno perfetti come antipasto, accompagnati da pane casereccio e
formaggi o anche per impreziosire svariate preparazioni, come ad esempio pizze, insalate, bruschette.
Prepararli è molto semplice ma il risultato sarà una gioia per il palato.

carciofini sott'olio
  • Preparazione: 40 Minuti
  • Cottura: 5 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni:
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 2 kg Carciofini
  • 3 Limoni
  • q.b. Acqua
  • q.b. Aceto di vino bianco
  • 3 spicchi Aglio
  • q.b. Sale grosso e fino
  • q.b. Alloro
  • q.b. Pepe nero in grani
  • q.b. Bacche di ginepro
  • q.b. Olio extravergine d'oliva

Preparazione

  1. carciofini sott'olio

    Iniziamo la preparazione dei carciofini sott’olio dalla pulizia dei carciofini: strofiniamoci bene le mani con un limone.

    Riempiamo una ciotola con acqua fredda, un pizzico di sale grosso e succo di limone in modo che i carciofini non anneriscano.

  2. carciofini sott'olio

    Eliminiamo tutte le foglie esterne più spesse dal carciofino.

    Tagliamo la punta. Servirà solo il cuore, ovvero la parte più tenera.

    Peliamo la parte coriacea del gambo.

    Mettiamoli, di volta in volta, a bagno nell’acqua acidulata.

  3. In una casseruola capiente portiamo ad ebollizione l’aceto con l’acqua ed una manciata di sale grosso.

    La proporzione sarà: ogni 2 litri d’acqua, 700 ml di aceto!

    Appena l’acqua bolle, cuociamo i carciofini per 3-4 minuti dalla ripresa della bollitura (sui tempi di cottura, regolatevi in base alla loro grandezza).

  4. carciofini sott'olio

    Quindi, scoliamoli con una pinza e disponiamoli a testa in giù in uno scolapasta di modo che perdano l’acqua in eccesso

    Lasciamoli raffreddare completamente.

    Vi consiglio di lasciarli riposare in questo modo per circa 4-5 ore in modo tale che siano ben asciutti.

  5. carciofini sott'olio

    Prepariamo i barattoli di vetro (precedentemente ben sterilizzati e ben asciugati).

    Sbucciamo l’aglio e tagliamolo a pezzi non troppo piccoli (in questo modo al momento dell’assaggio potranno essere facilmente eliminati ed individuati).

    Vi consiglio anche di eliminare l’anima, cioè la parte centrale più indigesta!

  6. Disponiamo sul fondo del barattolo una foglia di alloro, un pezzetto d’aglio e qualche bacca di pepe di ginepro.

    Nota: in alternativa all’alloro, potete condirli anche con aglio, tanta menta e peperoncino!

  7. carciofini sott'olio

    Procediamo a formare il primo strato di carciofini.

    Dovremo disporli a testa in giù e ad incastro.
    Non dovremo lasciare alcuno spazio tra un carciofino e l’altro, di modo che restino a testa in giù e non si muovano.

    Una volta riempito tutto il fondo, pressiamo con le mani.

  8. In questo modo si conserveranno perfettamente e l’olio potrà penetrare all’interno.

    Ricopriamoli con altro alloro, aglio, pepe e ginepro e spolverizziamoli con un pizzico di sale fino.

    Proseguiamo con il secondo strato.

  9. carciofini sott'olio

    Una volta terminato anche il secondo strato, premiamo leggermente in modo tale da compattare i due strati.

    Proseguiamo in questo modo fino a riempire tutto il barattolo.

    Lasciamo però qualche centimetro in superficie, alla fine dell’ultimo strato, che servirà per contenere l’olio che dovrà sempre ricoprire completamente i carciofini

    Riempito il barattolo, compattiamo bene la superficie in modo da far aderire bene gli strati e aggiungiamo una foglia di alloro, un pezzetto d‘aglio e qualche bacca di pepe e ginepro.

  10. carciofini sott'olio

    Ricopriamo d’olio, poco alla volta, man mano che scende nel barattolo.

    Una volta ricoperti completamente d’olio possiamo procedere con la preparazione degli altri barattoli e fino ad esaurire tutti i carciofini.

    Ricordatevi sempre di compattarli bene (strato dopo strato) senza lasciare spazi tra l’uno e l’altro e che l’ultimo strato dovrà essere completamente coperto d’olio.

    Terminati tutti i barattoli, controlliamo il livello dell’olio (tenderà a scendere e ad infiltrasi lentamente). Nel caso aggiungiamone dell’altro.

  11. carciofini sott'olio

    Controlliamo per un giorno il livello dell’olio nei barattoli ed una volta stabile possiamo chiuderli ermeticamente e conservarli al buio, in un luogo fresco e asciutto.

  12. I carciofini sott’olio potranno essere consumati dopo circa 15 giorni dalla messa in barattolo e durano circa 6 mesi.

    Durante il consumo controlliamo sempre il livello dell’olio che dovrà SEMPRE ricoprire i carciofini.

  13. carciofini sott'olio
  14. carciofini sott'olio

    Se vi piacciono le mie ricette, venite a trovarmi sulla mia pagina Facebook (cliccando qui) , su Instagram (cliccando qui), su Pinterest (cliccando qui) e divertitevi con me in cucina per rendere ogni piatto un arcobaleno di colori e sapori ! 🙂

    Potete seguirmi anche su YouTube (troverete il mio canale cliccando qui) e restare aggiornati anche sulle mie video-ricette.

    Scorrendo in fondo alla pagina troverete altre mie ricette consigliate 😀

    Per tutte le altre ricette visitate il mio blog –> cliccando qui.

    Basterà sfogliare il menù e troverete tante ricette semplici e sfiziose. Sono a vostra disposizione per qualsiasi dubbio, domanda o chiarimento per cui non esitate a contattarmi 😀

    Isabella

Note

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *