Crea sito

Stricchetti, nastrini o farfalle

Stricchetti, nastrini o farfalle

Gli strichetti o nastrini da noi in Romagna sono le farfalle, un formato di pasta all’uovo che viene pinzato con le dita a formare le farfalle.

Questo tipo di pasta di solito veniva condito con il classico ragù di piselli.

 

  • Preparazione: 45 Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 200 g Farina
  • 2 Uova

Preparazione

  1. Versare la farina sul tagliere di legno; fare un buco nel mezzo per sgusciarvi le uova intere.

    Con una forchetta sbattere le uova e incominciare ad amalgamarle alla farina.

    Lavorare la pasta per una decina di minuti; se risulta troppo morbida e appiccicosa integrare un po’ di farina.

    Se, al contrario è troppo dura, aggiungere un po’ di latte tiepido.
    Formare una palla, infarinarla, coprirla con un tovagliolo e lasciarla riposare per 10-30 minuti.

    Sulla spianatoia leggermente infarinata stendere la pasta con un lungo mattarello, partendo dal centro, fino a raggiungere lo spessore ideale.

    Con la rotella taglia pasta ricavare dei quadrati di circa 3 centimetri di lato, e con l’indice ed il pollice strizzare al centro ogni quadrato in modo da formare il classico strichetto o farfalla.

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lemieloverie

Non sono uno chef, né tanto meno chissà quale cuoca, ma mi è sempre piaciuto cucinare ed ora la mia passione è diventata un lavoro, gestisco dal 2010 il Chiosco le coccinelle a Ravenna. Raccolgo in questo blog le miei ricette, quelle recuperate di famiglia e tutte quelle che nel tempo ho provato e che mi sono particolarmente piaciute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.