Mandorle Pralinate

Protagoniste delle feste in onore del patrono e delle sagre, le mandorle pralinate sono preparate anche durante il periodo che precede le festività natalizie.
Questi dolcetti croccanti, conosciuti anche con il nome di “addormentasuocere“, sono facilissimi da preparare. Pochi gli ingredienti, ma il segreto per renderle croccanti e profumate, sta nella quantità di zucchero, ma anche nell’aggiunta di aromi e nel tempo di cottura. Le mandorle, nonché nocciole, arachidi e pistacchi, sono cotte in uno sciroppo di zucchero e acqua fino a glassatura.
Scopri la mia ricetta e con pochi e semplici passaggi riuscirai a rivivere i profumi e le emozioni del passato.
Se vi piacciono le mandorle, potete provare tante altre ricette, come quelle di Natale raggruppate nella raccolta Speciale dolci di Natale

Mandorle Pralinate
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioniper 6 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Ingredienti per circa 500 g di Mandorle Pralinate

  • 250 gmandorle
  • 250 gzucchero
  • 125 gacqua
  • 1 bustinavanillina

Strumenti

  • 1 Cucchiaio di legno
  • 1 Padella
  • 1 Carta forno
  • 1 Leccarda

Come preparare le mandorle pralinate






  1. Per cucinare le mandorle pralinate, iniziate ponendo un ripiano o una leccarda con un foglio di carta forno. In un tegame antiaderente versate lo zucchero, la bustina di vanillina, l’acqua e per ultimo le mandorle.

    Mescolate bene tutti gli ingredienti, quindi accendete il fuoco che dovrà essere a fiamma media e iniziate a mescolare aiutandovi con un cucchiaio di legno: noterete che il composto dopo un po’ diventerà molto liquido, poi inizierà a bollire e, infine lo zucchero cristallizzerà (assumerà un coloro molto chiaro).

    In questo frangente levate il tegame dal fuoco e mescolate per un paio di minuti. Rimettete sul fuoco e mescolate continuamente fino a quando lo zucchero inizierà a sciogliersi e assumerà un colore ambrato scuro.

    A questo punto, versatele sulla carta forno e disponetele distanziate facendo attenzione che non restino attaccate fra di loro; mano mano che si raffreddano potete porle in un vasetto di vetro e conservarle. Ecco che le vostre mandorle pralinate sono pronte per essere assaporate.

Conservazione

Potete conservare le mandorle pralinate, una volta raffreddate in un contenitore di vetro ermetico per circa una settimana.

Consiglio

Per cucinare le mandorle pralinate è preferibile usare una padella in rame, in caso non la possedete, andrà bene anche una padella in acciaio.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lefragrantidelizie

ciao, mi chiamo Silvana, le mie passioni sono la cucina ma non solo. Mi piace creare, quindi, oltre alla cucina, che presuppone creatività, mi piace dipingere, lavorare la creta, ricamare, lavorare ai ferri ed all'uncinetto, cucire. Mi piace anche leggere e scrivere. Spero di poter trasmettere queste mie passioni, implementando sempre più questo blog. Ciao a tutti e buona lettura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.