Crea sito

Vulcani con crema e pinoli

Si sa, non tutte le ciambelle riescono col buco… ma evidentemente alcuni muffin sì! Oggi volevo preparare dei dolcetti per la merenda, ma mi sono distratta e ho riempito troppo i pirottini prima di infornarli. Risultato? Sono letteralmente ESPLOSI in cottura. Lì per lì mi sarei messa a piangere, ma quando li ho sfornati e assaggiati, erano talmente buoni che ho deciso di pubblicarli lo stesso. Nascono così i miei Vulcani con crema e pinoli: non belli da vedere, ma buonissimi da gustare!

Volete ricevere ogni giorno sfiziose ricette facili e veloci in maniera totalmente GRATUITA? Iscrivetevi al mio canale Messenger. Come? Semplice:
Andate qui https://m.me/latatipasticciona e cliccate su INIZIA.

VULCANI CON CREMA E PINOLI 700 X 875 OK
  • DifficoltàMolto facile
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • PorzioniPer 9 dolcetti
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la crema pasticcera

  • 200 gLatte parzialmente scremato
  • 1Uovo intero (tuorlo + albume) (grandezza media)
  • 2 cucchiaiZucchero
  • 1 cucchiaioAmido di mais (maizena)
  • un terzoScorza di limone (intera – non grattugiata)

Per i vulcani

  • 200 gFarina 00
  • 1 bustinaLievito in polvere per dolci
  • MezzaScorza di limone (grattugiata)
  • 100 gZucchero
  • 2Uova (grandezza media)
  • 1 pizzicoSale
  • 100 gLatte parzialmente scremato
  • 100 gOlio di semi

Per decorare

  • q.b.pinoli
  • q.b.Zucchero a velo

Preparazione

  1. Come prima cosa preparate la crema pasticcera. (Se vi è più comodo, potete prepararla anche la sera prima).

  2. Mettete a scaldare il latte. Nel frattempo, in un pentolino, sbattete l’uovo (tuorlo + albume) con lo zucchero.

  3. Aggiungete la maizena e continuate a mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo e privo di grumi. Unite la scorza di limone.

  4. Appena il latte raggiunge il bollore, versatelo sul composto e rimettete il tegame sul fuoco.

  5. Dal momento in cui ricomincia a bollire, fate cuocere per 3 minuti, poi spegnete la fiamma e lasciate raffreddare completamente.

  6. Preparate ora l’impasto dei vulcani.

  7. In una terrina, setacciate la farina con il lievito, poi aggiungete lo zucchero, la scorza di limone grattugiata e mescolate con una frusta a mano.

  8. In un’altra ciotola, sbattete le uova con il pizzico di sale, poi unite l’olio di semi e il latte a temperatura ambiente. Mescolate bene.

  9. Adesso versate gli ingredienti liquidi nella ciotola di quelli secchi e sempre con la frusta a mano amalgamate velocemente.

  10. Dovrete ottenere un impasto colloso.

  11. A questo punto riempite per circa 3/4 * i pirottini da muffin con l’impasto (io ho usato quelli in cartone, che non hanno bisogno della teglia).

  12. Aggiungete un paio di cucchiaini di crema pasticcera su ogni pirottino e decorate con i pinoli.

  13. Infornate a 170° (forno statio e preriscaldato) per circa 25 minuti.

  14. ATTENZIONE: controllate costantemente la cottura, ogni forno è a sé, quindi il tempo potrebbe leggermente variare.

  15. Fate sempre la prova stecchino: bucate i dolcetti con uno stuzzicadenti; se esce asciutto vuol dire che sono cotti e che possono essere sfornati, in caso contrario, prolungate la cottura per qualche altro minuto.

  16. Sfornate, spolverizzate con zucchero a velo e lasciate raffreddare.

  17. Buon appetito con i vostri Vulcani con crema e pinoli!

  18. * Ovviamente se preferite non avere l’effetto “vulcano” basta non fare come me e riempire i pirottini non oltre la metà!

Il consiglio de la Tati pasticciona

*** Se vi piacciono le mie ricette, seguitemi anche sulla mia pagina facebook “la Tati pasticciona” Grazie! ***

Come sempre, se realizzate questa o qualsiasi altra mia ricetta, vi invito a farmi avere la foto: la inserirò con grande piacere nell’album FATTI DA VOI.

Mi trovate anche su PINTEREST e INSTAGRAM.

Per tornare alla HOME, cliccate QUI.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.