Chi sono

340 X 480 LOGOPerché la disabilitá non deve essere la FINE ma un punto di PARTENZA. Perché essere disabili non vuol dire “Non posso farlo” ma “Trovo il modo di farlo”. Senza fretta, con i miei tempi, con le mie capacità, con i miei limiti, ma con tutta la passione che ho per la cucina e che voglio trasmettere a voi.

E allora eccomi qua, una pasticciona diversamente abile che lotta tutti i giorni insieme a voi, a suon di mattarello e mestolino. Una pasticciona che non si sente una supereroina ma che vuole rendere la cucina un luogo caldo accogliente e accessibile a tutti, normodotati e non.

Sì lo so che ci saranno persone che penseranno che ho deciso di espormi così solo per fare pena o compassione. Beh a quelle persone dico che se pensano questo di me è evidente che non mi conoscono affatto. Perché la disabilitá non è una scelta ma il decidere di non aprire la mente lo è.

Quindi riparto da qui. Riparto da ME. E spero che voi decidiate di affiancarmi come avete fatto fino ad oggi. ❤️

See you in the kitchen!

La vostra Tati pasticciona
.
P.S. Ringrazio Simona Zulian per la bellissima caricatura e vi invito a visitare il suo profilo IG @feliniaficona per vedere quanto è brava! 😍