Coniglio in bianco – ricetta della nonna

Il coniglio in bianco con la ricetta della mia nonna è uno dei piatti che amo di più, perché mi fa rivivere i momenti della mia infanzia, quando in tutta la casa si spargeva il profumo della carne cotta sulla stufa a legna. La cottura lenta e a fuoco medio/basso fa sì che la polpa del coniglio cuocia in maniera tenera e delicata, esaltando il gusto di questo prelibato secondo piatto. Volete sapere come si fa?

coniglio in bianco FOTO BLOG 1_compressed
  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 3 Ore
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: Per 3 persone

Ingredienti

  • Mezzo Coniglio
  • Mezza Cipolla (bianca o rossa – grandezza media)
  • 1 costa Sedano
  • 2 Carote (grandezza media)
  • 2 spicchi Aglio
  • 1 rametto Rosmarino
  • 5 cucchiai Olio extravergine d'oliva
  • 100 g Acqua
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe

Per sfumare

  • 80 g Vino bianco secco

Preparazione

  1. La sera prima preparate il coniglio.  Lavatelo, asciugatelo e tagliatelo a pezzi. Salate e pepate e mettetelo in una casseruola antiaderente. Affettate la cipolla, le carote, il sedano e aggiungeteli nel tegame. Unite gli spicchi di aglio sbucciati e il rosmarino e in ultimo l’acqua e l’olio.

    Chiudete il tegame con il coperchio e lasciate insaporire per tutta la notte all’interno del frigorifero.

  2. coniglio in bianco preparazione_compressed

    Il giorno dopo mettete il vostro coniglio in bianco a cuocere, coperto con il coperchio (meglio se in vetro, con la valvola di sfogo per il vapore) e fate andare a fuoco medio/basso per circa due ore, mescolando di tanto in tanto.

  3. Trascorse le due ore, togliete il coperchio e alzate la fiamma. Fate cuocere fino a completo assorbimento dei liquidi mescolando spesso, poi aggiungete il vino bianco e lasciate evaporare.

  4. Continuate la cottura fino al completa rosolatura della carne, che dovrà avere un colore ambrato. Il coniglio in bianco può anche essere arricchito con delle olive nere, da aggiungere quando iniziate la cottura senza coperchio.

  5. A cottura ultimata, servite ben caldo e buon appetito con il vostro coniglio in bianco!

Il consiglio de la Tati pasticciona

La carne di coniglio deve essere ben cotta, per questo necessita di una cottura lenta e prolungata. Uno dei modi per verificare se il vostro coniglio in bianco è ben cotto, è quello di controllare l’interno della polpa: se è bianca, allora è cotto, se risulta invece rosata, necessita ancora di ulteriore cottura.

*** Se vi piacciono le mie ricette, seguitemi anche sulla mia pagina facebook “la Tati pasticciona” Grazie! ***

Come sempre, se realizzate questa o qualsiasi altra mia ricetta, vi invito a farmi avere la foto: la inserirò con grande piacere nell’album FATTI DA VOI.

Per tornare alla HOME, cliccate QUI.

Precedente Sbriciolata cacao ricotta e pere Successivo Panini aglio salame e rosmarino

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.