Marmellata di albicocche

Fare la marmellata di albicocche regala veramente tante soddisfazioni. E’ molto semplice da preparare, la frutta non va sbucciata e, quando c’è frutta in abbondanza, preparo una scorta di marmellata genuina e sana per tutto l’inverno.
Se c’è la disponibilità di un albero benissimo, se invece le compri al mercato, quello che mi sento di dirti è di scegliere un prodotto biologico, senza pesticidi, perchè altrimenti, non ne vale proprio la pena!
Per la sterilizzazione dei barattoli, io mi sono documentata molto, ho letto le linee guida del Ministero della Salute e diverse altre pubblicazioni. Sono anni, ormai, che procedo così e devo dire che, aprendo un barattolo di marmellata anche a distanza di un anno, non ho mai trovato alcun tipo di alterazione della mia produzione.

Prepara anche

Marmellata di albicocche
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni3 vasetti da 250gr
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

1 kg albicocche
500 g zucchero
1 limone
1 mela

Strumenti

Pentola
Cucchiaio di legno
Frullatore a immersione
3 Barattoli

Preparazione

Inizia a lavare le albicocche eliminando bene tutte le eventuali tracce di polvere.

Elimina il nocciolo e le eventuali ammaccature della buccia.

Taglia le albicocche a cubetti e mettile in una pentola capiente dal fondo alto e aggiungi il succo di limone, privato dei noccioli.

Sbuccia anche la mela, riducila a cubetti e uniscila alle albicocche.

Aggiungi anche lo zucchero e lascia cuocere per circa un’ora, girando di frequente con un cucchiaio di legno.

Quando è quasi cotta, se preferisci una marmellata più liscia, frulla con un minipimer e rimetti però a bollire altri 10 minuti.

Attenzione agli schizzi bollenti.

Fai la “prova piattino” per controllare la cottura, ovvero metti un cucchiaino si marmellata in un piattino da caffè e se dopo qualche minuto, inclinandolo, non scivola allora la cottura è finita, se invece rimane liquida ha bisogno di più tempo.

Nel frattempo che la marmellata si cuoce, bisogna trattare i barattoli.

Io uso i barattoli che vedete in foto, ma ogni volta cambio il coperchio.

Il vetro si lava in lavastoviglie e si sanifica come vedremo tra poco, invece è altamente raccomandato, pena il deterioramento della marmellata, usare capsule nuove per evitare la formazione di batteri pericolosi.

Durante la cottura della marmellata, tratta i barattoli.

I barattoli di vetro e i coperchi devono essere ben puliti e asciutti.

Accendi il forno a 100° e fodera con la carta da forno la griglia.

Appoggia i vasetti a testa in giù sulla carta e inforna per 20 minuti.

Passato il tempo, i vasetti saranno sterilizzati, spegni il forno e inserisci i coperchi per 10 minuti sempre sulla carta da forno.

Il forno rovente sanificherà anche le capsule.

La marmellata deve essere distribuita nei barattoli ancora molto caldi per cui questa operazione della sanificazione in forno non va effettuata troppo presto.

Meglio accendere il forno quando manca una mezz’ora alla fine della cottura della marmellata.

Quando la marmellata è pronta preleva un barattolo alla volta facendo attenzione perchè scotta e riempilo di marmellata fino a circa un centimetro dal bordo.

Prendi il tappo in forno e chiudi bene, sempre con l’ausilio di presine o di un telo per evitare di scottarti.

Stringi bene il barattolo e mettilo a testa in giù per formare il sottovuoto.

Procedi con gli altri barattoli, tirandone fuori dal forno sempre uno alla volta e ripetendo le operazioni descritte sopra.

Lascia raffreddare i barattoli a testa in giù e vedrai che avranno senz’altro formato il sottovuoto, cioè il coperchio non deve fare “click clack” se spingi con un dito.

Conserva i barattoli di marmellata di albicocche in dispensa.

Potrebbe capitare che un barattolo non sia riempito per intero.

In tal caso non c’è bisogno di capovolgerlo ma, una volta che si è completamente raffreddato, conservalo in frigorifero e usalo a breve.

Con questa dose avrai circa tre barattoli interi da 250 gr. più un altro pò da tenere in frigo.

Se ti piacciono le mie ricette seguimi su Facebook, su Instagram e su Pinterest!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.