Lumachine o bombolini alla fanese

Ma cosa sono i bombolini?
I bombolini non son altro che le lumachine di mare dette in dialetto fanese (bumbulin) e solitamente questi vengono cotti in una specie di zuppa con pomodoro, presentato come antipasto o anche secondo piatto.
La ricetta è pari pari a quella che viene presentata al “Pesce Azzurro” un ristorante self service gestito dalla cooperativa dei pescatori fanesi.
In estate e in inverno (solo week end, nel periodo invernale) c’è sempre tantissime persone che mangiano li, sia per il prezzo competitivo, sia per la bontà del pasto.
Ma ritorniamo ai miei bombolini (lumachine di mare)…
bombolini alla fanese lumachine

Ecco gli ingredienti per preparare le nostre lumachine

1 kg di lumachine di mare
400 g di pomodori pelati
del finocchietto selvatico
del prezzemolo
1/2 cipolla
1 spicchi di aglio
1 bicchiere di vino bianco
100 ml di olio extravergine di oliva
peperoncino in polvere
alcuni pezzetti di scorza di arancia e limone
sale e pepe
sale grosso

Per prima cosa dobbiamo pulire almeno un paio di ore prima di iniziare le lumachine, anche perché se sono dentro al loro guscio è difficile anche gustarle, sicché per prima cosa se laviamo molto bene sotto acqua corrente, poi le poniamo in una bacinella con acqua salata (con sale grosso).
Vedrete che passate le due ore troveremo le lumachine che sbucano dal loro guscio.

In una casseruola mettiamo a soffriggere l’aglio, la cipolla e il prezzemolo che avremo tritato, assieme ad alcuni pezzetti di finocchietto selvatico e le scorzette di arancia e limone.
Uniamo i pomodori pelati e facciamo bollire per una decina di minuti, saliamo, pepiamo e mettiamo una spruzzata di peperoncino (che è facoltativo).
Aggiungiamo ora le lumachine che avremo sciacquato, il vino e un bicchiere di acqua e facciamo bollire a fuoco basso coperte da coperchio per un’ora. Togliamo il coperchio, aggiustiamo di sale e pepe eventualmente e continuiamo la cottura (senza coperchio) fino a che il sughetto si restringerà a nostro gusto.
I bombolini alla fanese sono pronti, armatevi di stecchino, di pane e buon appetito!

Precedente Gnocchi gorgonzola e noci, una golosità cremosa Successivo Ciambella alla ricotta con gocce di cioccolato

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.