Vellutata di zucca buonissima e cremosa

Oggi prepariamo la vellutata di zucca buonissima e cremosa, perfetta per questo periodo autunnale, la prepareremo in modo molto semplice con l’aggiunta di panna acida, o se preferite con dei crostini di pane o semplicemente con dei semi di zucca appena tostati; insomma la potete servire in qualsiasi modo, anche al naturale con un filo d’olio extra vergine d’oliva.
E’ un piatto semplice della nostra tradizione con numerose varianti ma, in qualsiasi modo venga insaporita è un tripudio di sapori che scaldano l’anima.
Se vi piacciono le mie ricette potete seguirmi anche sulla mia pagina facebook, cliccando su In cucina con amore.

vellutata di zucca buonissima
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la vellutata di zucca buonissima

  • 400 gzucca rossa (pesata pulita e tagliata a pezzettoni)
  • 100 gpatate (pelate e tagliate a pezzettoni)
  • 250 gbrodo vegetale
  • 1/2porro
  • 20 golio extravergine d’oliva
  • 1 pizziconoce moscata
  • 1 ramettorosmarino
  • q.b.sale
  • q.b.pepe
  • q.b.panna acida (facoltativo)

Strumenti

  • 1 Pentolino
  • 1 Frullatore / Mixer

Preparazione

  1. Vellutata di zucca buonissima

    Per preparare la vellutata di zucca buonissima, per prima cosa in un pentolino soffriggete il porro con l’olio extra vergine d’oliva, aggiungete la zucca e le patate precedentemente pulite e tagliate a pezzettoni, fatele insaporire ed aggiungete il brodo vegetale ed il rametto di rosmarino, lasciate cuocere a fuoco lento per 10 minuti.

    Non appena la zucca e la patata saranno diventate morbide, salate ed aggiungete un pizzico di noce moscata e del pepe.

    A questo punto togliete il rametto di rosmarino e frullate la zuppa in un mixer o con il frullatore ad immersione.

    Se dovesse risultare un po’ lenta riponete la vellutata sul fuoco dolce per addensare, viceversa aggiungete un cucchiaio di brodo per diluirla.

    Servite in una ciotola aggiungendo un cucchiaio di panna acida, oppure dei crostini tostati.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da In cucina con amore

Mi presento, Sono Giorgio Raccuglia, classe 1976, nato a Termini Imerese prov. di Palermo. Amo cucinare e far cucinare, adoro il salato, il dolce, insomma mi piace il buon mangiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.