Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina un piatto tipico della tradizione culinaria partenopea, un classico delle domeniche campane da riprodurre a casa! Amici buongustai bentornati nella mia cucina, oggi vi porto in Campania per assaggiare uno tra i piatti più famosi della cucina di questa regione. Gli gnocchi alla sorrentina sono un piatto davvero facilissimo da preparare anche in anticipo, vi basterà infornali pochi minuti prima di mettervi a tavola ed il gioco è fatto. Io ho preparato questi gnocchi cuocendoli direttamente nel microonde, impostando il grill per 5 minuti a 800 watt in modo che il formaggio si sciogliesse senza però brucare. Se avete il microonde potete quindi cuocerli anche voi in questo modo altrimenti, se avete più porzioni da preparare in contemporanea, usate il forno tranquillamente. Per realizzare questa ricetta ho usato degli gnocchetti piccoli, che tra l’altro adoro sia da fotografare (cosa anche importante) che da mangiare ma se voi preferite potete usare degli gnocchi di forma e dimensione normale.

Ingredienti: per 2:

  • 180 g di gnocchi
  • 2 mozzarelle fiordilatte
  • 100 g di parmigiano grattugiato
  • 200 ml di sugo

Gnocchi alla sorrentina

PREPARAZIONE:
Portate a bollore abbondante acqua salata e fate cuocere gli gnocchi. Quando inizieranno a venire a galla scolateli. Mettete gli gnocchi in una teglia e versateci sopra il sugo già pronto, aggiungete il parmigiano a mescolate con un cucchiaio.

Prendete le mozzarelle fiordilatte e tagliatele e fette sottili, la metà riducetela a dadini ed unitela agli gnocchi, mescolate per far amalgamare il tutto. L’altra metà disponetela sopra i vostri gnocchi alla sorrentina.

Infornate a 200 °C finchè la mozzarella non si sarà sciolta.

Non dimenticate di venirmi a trovare anche su FACEBOOK nella fan page ufficiale del blog, cercate CUCINA CHE TI PASSA (oppure cliccate QUI) per non perdere nessuna ricetta e link divertente! SE cliccate sui tasti social in alto a destra vedrete anche i miei canali Instagram, Youtube, Twitter e Pinterest!

Precedente Patate ripiene al formaggio Successivo Torta ai fichi freschi

Lascia un commento